Superbike, Pirelli Riviera di Rimini Round, Gara 1: Rea agguanta il podio

Il pilota Kawasaki è rimasto coinvolto nella caduta di Chaz Davies

di

Condividi su Facebook Pubblica su Twitter Condividi su Google+
Superbike, Pirelli Riviera di Rimini Round, Gara 1: Rea agguanta il podio

Jonathan Rea festeggia il centesimo podio in WorldSuperbike grazie al terzo posto conquistato nella prima manche del settimo round del Campionato Mondiale delle derivate di serie, disputata al Misano World Circuit Marco Simoncelli.
Il Campione del Mondo si conferma sempre di più fuoriclasse assoluto della categoria: il risultato di oggi non è stato tuttavia privo di difficoltà e in un certo senso, privo di apprensione.

Gara 1 è stata un susseguirsi di emozioni, con Tom Sykes che vince davanti ad Alex Lowes, che ritorna sul podio dopo Donington, e al compagno di team, grazie però a una serie di incredibili cadute che hanno messo fuori causa l’intera top 4 quando mancavano otto/nove giri al termine della corsa.

Chaz Davies e Jonathan Rea si trovavano infatti saldamente al comando dopo la caduta del leader Van der Mark, messo fuori causa da una gomma, quando improvvisamente a poche curve dal traguardo, il pilota Ducati ha perso improvvisamente l’anteriore, cadendo e venendo colpito da Rea che non ha potuto fare nulla per evitare l’impatto.
L’incidente ha seguito di appena un giro quello di Marco Melandri, che era in terza posizione.
Rea è riuscito miracolosamente, nonostante il gran volo, ha risalire in sella alla sua Ninja e a tagliare il traguardo in terza posizione, grazie anche ai distacchi considerevoli con il resto del gruppo: il quarto, Torres, ha accusato lo stesso un ritardo di 10 secondi.

Il Campione del Mondo nel giro d’onore è subito corso a bordo pista, nel punto in cui il personale del circuito stava fornendo la prima assistenza a Davies, per sincerarsi delle condizioni del collega, che sono state il suo principale pensiero anche nelle interviste dopo il podio.

“Ho visto all’ultimo la sua caduta e sfortunatamente per entrambi lui non è riuscito a rialzarsi in fretta. Ha fatto un errore, non so, ha perso l’anteriore e mi dispiace moltissimo ma non sapevo dove andare.
Non riesco a smettere di pensarci, spero che Chaz stia bene. Anche Van der Mark non se lo meritava, non so cosa sia successo, in quel punto non è caduto nessun pilota nel fine settimana. Il suo passo gara era davvero forte, avrebbe meritato il podio. E’ stata una caduta strana ma non so cosa possa essere successo”- ha raccontato Jonathan Rea.

Tornando alla corsa, il Campione del Mondo ha aggiunto: “Non pensavo solo a passare Melandri, volevo vincere la gara, ma dopo aver passato Marco prendere Chaz è stato difficile. Lui era molto forte in T1 e T3, mentre io lo ero solo nel T2 dove ci sono le curve veloci. Il mio piano era quello di marcarlo stretto e di superarlo all’ultima curva, ma purtroppo è andata così. E’ un vero peccato per me e per Chaz perché stavamo lottando per la vittoria. Onestamente non mi ricordo di un’altra gara dove sono andato a podio dopo una caduta, forse in una gara sul bagnato ma non so”.

Michela Alitta

18th giugno, 2017

Tag:, , , , , , , , , , , , ,

Lascia un commento

Devi eseguire il login per pubblicare un commento.

Orari GP Inghilterra - 27/08/2017

GP Inghilterra 2016

Guarda i risultati e le classifiche

Classifiche Motomondiale

Classifiche Team Motomondiale

Classifiche Factory Motomondiale



Classifica Superbike

Foto Random MotoGP
Foto Random Pit Girls

Sondaggio

Gigi Dall'Igna in Ducati, è l'uomo giusto per risorgere?

Visualizza Risultati

Loading ... Loading ...
Facebook
Copyright © Motorionline S.r.l. - Dati societari - P.IVA 07580890965
Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Milano in data 20/01/2012 al numero 35
Direttore Responsabile : Lorenzo V. E. Bellini