Superbike, Pirelli Riviera di Rimini Round, FP: buon quinto tempo per Leon Camier

L'inglese è subito dietro a Kawasaki e Ducati

Superbike, Pirelli Riviera di Rimini Round, FP: buon quinto tempo per Leon CamierSuperbike, Pirelli Riviera di Rimini Round, FP: buon quinto tempo per Leon Camier

Al Misano World Circuit Marco Simoncelli la settima tappa del Campionato Mondiale delle derivate di serie è iniziata con le prime due sessioni di prove libere, valide per l’accesso diretto alla seconda manche di Tissot Superpole, caratterizzate da temperature elevate, oltre la media stagionale.

Il caldo ha complicato ancora di più il lavoro in pista dei piloti, con l’asfalto che perdeva costantemente grip e diventando scivoloso, di conseguenza non si sono visti praticamente miglioramenti nel secondo turno.

Dopo alcune difficoltà iniziali, Leon Camier ha trovato il passo giusto fino a terminare le FP con il quinto tempo assoluto, dietro alle Kawasaki e alle Ducati ufficiali, con un distacco di circa tre decimi e mezzo da Jonathan Rea e appena di 17 millesimi da Chaz Davies, quarto.
Il crono di 1’35.267 lascia quindi soddisfatto il rider MV Agusta Reparto Corse, che ora guarda alle FP3 di sabato mattina alle 8:45 per continuare il lavoro di messa a punto in ottica qualifica e soprattutto in ottica gara.

Lo abbiamo incontrato al termine delle FP per capire le sue sensazioni in pista, questo è quello che ci ha raccontato Leon Camier:

“La pista non è nelle condizioni migliori di guida, fa molto caldo e le gomme sono molto sollecitate. Abbiamo fatto dei miglioramenti man mano che giravamo: il tracciato non è così male a essere onesti. Abbiamo bisogno di lavorare ancora sul set up per rendere la moto più facile da guidare, soprattutto quando le gomme cominciano a usurarsi.
Adesso bisogno lavorare sodo per fare il tempo sul giro e per avere un passo costante, anche se è molto difficile.
Dobbiamo lavorare, come abbiamo sempre fatto: domani abbiamo un paio di cose da sistemare”.

Intanto sulle voci che ipotizzavano un Leon Camier in orbita Honda, arriva la smentita di MV Agusta affidata al suo portavoce Claudio Quintarelli: “Per fortuna sono solo fantasie, Leon ha un contratto con noi e per andare in Honda dovrebbe pagare una forte penale. E’ una frottola”.
Come avevamo scritto anche noi, quella che porta a Camier è una strada non percorribile.

Superbike, Pirelli Riviera di Rimini Round, FP: buon quinto tempo per Leon Camier
Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Primo Piano

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

Superbike, Pirelli Riviera di Rimini Round, FP: buon quinto tempo per Leon Camier

L'inglese è subito dietro a Kawasaki e Ducati

Michela Alitta
di 17 giugno, 2017
Superbike, Pirelli Riviera di Rimini Round, FP: buon quinto tempo per Leon CamierSuperbike, Pirelli Riviera di Rimini Round, FP: buon quinto tempo per Leon Camier

Al Misano World Circuit Marco Simoncelli la settima tappa del Campionato Mondiale delle derivate di serie è iniziata con le prime due sessioni di prove libere, valide per l’accesso diretto alla seconda manche di Tissot Superpole, caratterizzate da temperature elevate, oltre la media stagionale.

Il caldo ha complicato ancora di più il lavoro in pista dei piloti, con l’asfalto che perdeva costantemente grip e diventando scivoloso, di conseguenza non si sono visti praticamente miglioramenti nel secondo turno.

Dopo alcune difficoltà iniziali, Leon Camier ha trovato il passo giusto fino a terminare le FP con il quinto tempo assoluto, dietro alle Kawasaki e alle Ducati ufficiali, con un distacco di circa tre decimi e mezzo da Jonathan Rea e appena di 17 millesimi da Chaz Davies, quarto.
Il crono di 1’35.267 lascia quindi soddisfatto il rider MV Agusta Reparto Corse, che ora guarda alle FP3 di sabato mattina alle 8:45 per continuare il lavoro di messa a punto in ottica qualifica e soprattutto in ottica gara.

Lo abbiamo incontrato al termine delle FP per capire le sue sensazioni in pista, questo è quello che ci ha raccontato Leon Camier:

“La pista non è nelle condizioni migliori di guida, fa molto caldo e le gomme sono molto sollecitate. Abbiamo fatto dei miglioramenti man mano che giravamo: il tracciato non è così male a essere onesti. Abbiamo bisogno di lavorare ancora sul set up per rendere la moto più facile da guidare, soprattutto quando le gomme cominciano a usurarsi.
Adesso bisogno lavorare sodo per fare il tempo sul giro e per avere un passo costante, anche se è molto difficile.
Dobbiamo lavorare, come abbiamo sempre fatto: domani abbiamo un paio di cose da sistemare”.

Intanto sulle voci che ipotizzavano un Leon Camier in orbita Honda, arriva la smentita di MV Agusta affidata al suo portavoce Claudio Quintarelli: “Per fortuna sono solo fantasie, Leon ha un contratto con noi e per andare in Honda dovrebbe pagare una forte penale. E’ una frottola”.
Come avevamo scritto anche noi, quella che porta a Camier è una strada non percorribile.

http://motograndprix.motorionline.com/2017/06/17/superbike-pirelli-riviera-di-rimini-round-fp-buon-quinto-tempo-per-leon-camier/