MotoGP Barcellona: Andrea Dovizioso, “E’ una vittoria totalmente inaspettata”

Secondo successo consecutivo per il "Dovi" che si avvicina alla vetta del campionato

di

Condividi su Facebook Pubblica su Twitter Condividi su Google+
MotoGP Barcellona: Andrea Dovizioso, “E’ una vittoria totalmente inaspettata”

MotoGP GP Catalunya 2017 Barcellona DucatiAndrea Dovizioso ha vinto il Gran Premio di Catalunya, settima tappa del motomondiale 2017. Il centauro della Ducati bissa così il successo della settimana scorsa al Mugello, un successo questo di Barcellona inaspettato e forse per questo ancora più bello. Era dall’era Stoner che la Ducati non vinceva due gare di fila e ora la vetta del campionato è lontana solo 7 punti. “DesmoDovi” rimane però con i piedi per terra, a lui la parola.

“E’ una vittoria totalmente inaspettata. Ancora non ho realizzato il Mugello, poi arrivare a Barcellona dove il feeling era pessimo e trovare le stesse sensazioni è bellissimo. Però abbiamo lavorato in modo rilassato siamo stati intelligenti senza lavorare sulle prestazioni, cosa normale nei weekend. Perché secondo me le condizioni erano troppo strane, la pista ha creato problemi a tutti, le gomme qui calano sempre ma con il caldo ancora di più. Abbiamo capito che ci dobbiamo focalizzare su questi due aspetti, andare forte quando ci sono 50° e gomme usate e non quando fa fresco con gomma nuova. Infatti è stato molto più complicato per noi entrare nei dieci e fare una buona qualifica, piuttosto che la gara.”

Il forlivese ha poi parlato della gara

“E’ stata una gara stranissima, mi sono messo dietro a Dani senza spingere mai, usavamo mappe molto delicate pennellando. Avevo paura che arrivassero da dietro. Mi aspettavo Valentino (Rossi, ndr) o le Yamaha, ma non ho visto nessuno, sono rimasto li ed ho aspettato. Dovevo andare avanti perché non sapevo come sarebbe andata la gara. Ho deciso di andare avanti un pò troppo presto, 10 giri alla fine, e quando sono andato avanti la gomma dietro non ne aveva più. Credevo di poter andare più forte e invece non è stato così. Dietro fortunatamente erano più in crisi di me, io potevo sfruttare il motore in rettilineo. Nessuno poteva fare percorrenza in curva, quindi la nostra potenza era la differenza.”

Hai “studiato” Pedrosa durante la gara?

“Dietro Dani ho capito i lati negativi e positivi, sono riuscito migliorare e li ho messi in crisi. Se avessero spinto di più sarei caduto. Sono situazioni nuove per me. Quando faccio buoni risultati di solito arrivo finito a fine gara, ma qui vincere senza spingere e arrivare con tre secondi di margine è stato bello. Mi sono anche girato per vedere questa cosa. Questo risultato conferma quanto bene ho lavorato in questi quattro anni, abbiamo sempre sofferto, ma alla fine i risultati stanno arrivando.”

Lo scorso anno hai “rischiato” di “perdere” la Ducati e invece arrivi da due vittorie, come ti senti?

“Non essere pilota Ducati lo scorso hanno mi aveva spaventato. Abbiamo fatto gare con i dubbi e interrompere la nostra storia l’anno scorso sarebbe stato un lavoro chiuso a meta e una delusione personale, e così li sto ripagando. La doppietta è totalmente inaspettata non mi aspettavo di essere competitivo qua, siamo stati più bravi a interpretare la situazione piuttosto che veloci. Qua era facile fare strategia, avevo più margine. Dietro a Dani ho gestito bene. In questa gara è uscito il “cavallo bianco”, che c’è sempre, ma qui di più se non non vinci.”

Credi che nelle prossime gare la Ducati possa andare ancora forte?

“Non posso fare pronostici per le prossime gare, chi li fa è imbec***e, è impossibile con le gare di quest’anno. Neanche la Michelin può fare pronostici. Il mondiale? non voglio dire ne si ne no, sono ben focalizzato su dove vogliamo migliorare, abbiamo tanto bisogno di migliore alcuni lati che sono ancora troppo negativi. Se vogliamo vincere i campionati dobbiamo essere più vicini dove non siamo competitivi. Siamo secondi perché io porto a casa sempre punti. Non mi sono sempre giocato la vittoria il podio, dove non ero competitivo abbiamo preso troppi secondi. Solo migliorando certi aspetti si può pensare al campionato. Queste sono state 2 gare a se e siamo stati bravi a gestirle.”

Foto: Alex Farinelli

Alessio Brunori

11th giugno, 2017

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , ,

Lascia un commento

Devi eseguire il login per pubblicare un commento.

Orari GP Valencia - 12/11/2017

GP Valencia 2016

Guarda i risultati e le classifiche

Classifiche Motomondiale

Classifiche Team Motomondiale

Classifiche Factory Motomondiale



Classifica Superbike

Foto Random MotoGP
Foto Random Pit Girls

Sondaggio

Stoner metterà pressione ai piloti ufficiali Ducati?

Visualizza Risultati

Loading ... Loading ...
Facebook
Copyright © Motorionline S.r.l. - Dati societari - P.IVA 07580890965
Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Milano in data 20/01/2012 al numero 35
Direttore Responsabile : Lorenzo V. E. Bellini