MotoGP Jerez: Valentino Rossi, “E’ stato un weekend molto difficile”

Rossi ha anche parlato del podio di Lorenzo: "Ho sempre detto che senza dubbio è uno dei più forti"

MotoGP Jerez: Valentino Rossi, “E’ stato un weekend molto difficile”MotoGP Jerez: Valentino Rossi, “E’ stato un weekend molto difficile”

Gp Jerez MotoGP Rossi YamahaValentino Rossi non è andato oltre il decimo posto nel Gran Premio di Spagna disputato a Jerez de la Frontera. Il pesarese della Yamaha ha accusato problemi sia all’anteriore che al posteriore della sua M1 e non è mai stato tra i protagonisti. L’unica notizia positiva per lui è aver mantenuto la vetta della classifica. A lui la parola.

“E’ stato un weekend molto difficile, abbiamo sempre sofferto, in uscita dalle curve non avevamo una buona trazione. Dopo il warm up abbiamo fatto delle modifiche, soprattutto pensando alle gomme, la dura facevamo fatica ad utilizzarla e con la media eravamo al limite. Purtroppo non ha funzionato, la moto era difficile da guidare in gara e sono andato in crisi anche all’anteriore. Negli ultimi giri ha iniziato anche a vibrare la gomma posteriore e ho dovuto solo pensare di arrivare al traguardo. Non ci aspettavamo un weekend così, ora bisognerà capire e lavorare bene domani nei test.”

Nonostante la giornata “no”, sei ancora primo in classifica.

“Questa è una cosa molto positiva, dopo una gara così sono comunque davanti. Anche Vinales mi ha recuperato pochi punti, mentre chi ha guadagnato molto sono state le due Honda che hanno dominato. La cosa preoccupante è che la Honda è stata molto forte e invece noi siamo andati in difficoltà. Le cose possono cambiare da un giorno all’altro e speriamo di essere veloci già a Le Mans.”

Domani come hai detto ci sarà una giornata di test, cosa ti aspetti?

“Innanzitutto dopo un risultato come questo, si torna in pista più motivati, poi ci sono cose nuove da provare, sarà un test importante. Domani proveremo ad essere più veloci.”

Lorenzo con la Ducati ha fatto il suo primo podio, può diventare un avversario?

“Ho sempre detto che Lorenzo senza dubbio è uno dei più forti. In questo weekend è sempre stato davanti, è stato veloce in una pista dove in teoria la Ducati avrebbe dovuto avere più problemi. Questo ci insegna che si fa veramente fatica ad azzeccare i pronostici.”

Quanto saranno importanti le prossime due gare, Francia e Italia?

“Saranno due gare molto importanti, ma lo saranno di più i test di domani. Siamo già stati a Le Mans, siamo andati forte, speriamo di essere più competitivi.”

Oggi ha vinto Pedrosa, un’altro avversario per il titolo?

“Quest’anno Pedrosa è molto forte e l’ho messo tra quelli che si giocheranno il titolo. Ha dimostrato di avere un bel feeling con questa moto, veniva da un podio e qui ha vinto, in una pista dove va sempre molto forte.”

MotoGP Jerez: Valentino Rossi, “E’ stato un weekend molto difficile”
Vota questo articolo
Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

38 commenti
  1. cujo

    7 maggio 2017 at 20:09

    può succedere una gara storta a un pilota piuttosto che l’altro, ma tutte e due le moto c’è qualcosa che non va, soprattutto dopo le belle prestazioni nelle 3 gare prima…..

  2. rolando gassoso

    7 maggio 2017 at 20:24

    Vero.ma Zarko ha la moto dello scorso anno?come mai andava piu forte?

  3. TONYKART

    7 maggio 2017 at 20:28

    SOLO CHE QUANDO LA GARA STORTA CAPITA AD ALTRI SUBITO A DERIDERE E DARE DEI COGLI0NI,FATE UNA BELLA TAVOLATA CHE OGGI DI M3RDA NE AVETE TANTA DA MANGIARE,BUON APPETITO

  4. kappa

    7 maggio 2017 at 20:36

    Una gara veramente da dimenticare per Valentino,e non dico altro…

  5. supermariacion

    7 maggio 2017 at 21:10

    Skarto tu continua a leccarti i baffi che la m3rda la stai mangiando da quando sei nato!

  6. cujo

    7 maggio 2017 at 21:42

    non si tratta di giornata storta e non si sta parlando di una moto che ha problemi cronici come Ducati, che nonostatnte il 3° posto è arrivata a 15 secondi….

    si sta parlando di una moto che ha sempre lottato per la vittoria, ed oggi si è beccata 24 e 38 secondi dal primo senza nemmeno provare a lottare, in quanto se lo facevano cadevano

    ti sei dimenticato il dessert skarto, vai a mangiarlo fino a che fumica….

  7. supermariacion

    7 maggio 2017 at 22:47

    Tranquillo Cujo…Skarto sara’ già tutto nella fossa settica…Un “full immersion fecale” hahahahhahahahahahha

  8. max3isback

    8 maggio 2017 at 09:38

    Scusate l’interruzione tra i vostri insulti… Ma l’anno scorso Jorge aveva lo stesso problema con la Yamaha e gli avete dato dell’inutile mentre grande Vale aveva vinto con la “stessa moto”?! Qnd quest’anno l’inutile è la Yamaha mi immagino o la gomma?! Tra parentesi se leggete anche redazioni serie che veramente parlano di moto, Vale ha spiegato che ha azzardato un set-up rischioso perche era troppo lento nel warm up e purtroppo per lui non ha funzionato ;) ma voi continuate pure con l’ipocrisia… No problem :)

  9. cujo

    8 maggio 2017 at 10:04

    tu continua pure a leggere altri siti seri, ma anche in quelli più (a detta tua) sc@22oni, puoi vedere che Lorenzo ha avuto problemi di spinning come li hanno avuti tutti lo scorso anno (ma voi queste cose omettete sempre di citarle), e cmq ha avuto un distacco se non ricordo male di un paio di secondi da Rossi. Quindi puoi concludere, sempre lo scorso anno che nonostante le difficoltà, Yamaha e arrivata 1° e 2°…..

    Adesso dimmi, nonostante il settin “azzardato di Rossi e quello del warm up di Vinales, quanti secondi si sono beccati dal primo rispetto alle tre gare precedenti……

    a proposito, per scrivere queste minki@te chiedi scusa, e poi ti lamenti se la gente ti insulta

  10. Unleashed666

    8 maggio 2017 at 10:32

    Povero Nonno rossi..ha vinto finalmente il decimo..posto ahahahahahah

  11. TONYKART

    8 maggio 2017 at 10:42

    Stanno cercando BESTLAP a chi l ha visto ,temono il suicidio ahahqhahahhahahahaahhahahahahahaahahhahahahahahahahahhahahahahhaahahahahahahahhaahhaahah

  12. nandop6

    8 maggio 2017 at 10:51

    Macche!! Gli hanno dato il gommino sbagliato, quello suo l’aveva Pedrosa. ;))))

  13. Bestlap

    8 maggio 2017 at 11:04

    Eccomi SKARTO non ti preoccupare siete voi quelli che spariscono quando le cose vanno male.. E’ evidente che la gara di ieri è stata anomala non esiste che che Rossi sia arrivato in fondo con oltre 40 secondi di ritardo su sè stesso dello scorso anno, come non è normale che Maverick giri in 1,39 nel WU e poi non riesca mai a ripetersi in gara e prenda 24 secondi, stiamo parlando del dominatore di tutti i test prove e prime 2 gare, non è normale nemmeno che le M1 2016 vadano meglio delle 2017.. Se fossi in voi cari “soliti IDI0TI” aspetterei x darmi ai facili trionfalismi, rischiate di fare un’altra bella doccia fredda alla prox gara, non dico figura del KA220 xkè a quelle siete abituati.. Sono contento x Jorge, è un risultato importante e che gli darà fiducia, una cosa della quale avrà bisogno xkè i problemi delle ducati non sono svaniti come x magia, Jorge ha preso 15 secondi il Dovi 23.. Diciamo che sono mancate le M1 ufficiali sennò quello del 99 sarebbe stato un quinto posto senza nulla togliere alla bella gara di Jorge…

    • Fabio89

      8 maggio 2017 at 12:22

      I tempi del WU non li ha ripetuti nessuno, la pista era molto più veloce al mattino. Il fatto è che Vinales nella sua lentezza complessiva almeno è stato costante e ha girato con il ritmo delle GP17 attorno a lui, Rossi è completamente naufragato e con un altro giro probabilmente sarebbe stato saltato da un altro paio di piloti. Io credo che anche il setting abbia inciso tanto, si è preso un rischio perchè durante il weekend ha dimostrato di non essere competitivo. Sicuramente le Yamaha 2017 hanno sofferto con queste condizioni ma sono state prestazioni completamente diverse le loro.

      • Bestlap

        8 maggio 2017 at 18:04

        Nessuno ha ripetuto i tempi del WU ma Pedro nel WU ha fatto 1,39,8 e in gara ha martellato tempi tra 1,40,2 e 1,40,8 (tenendosi un certo margine da usare quando si avvicinava marc) mentre Maverick nel WU ha fatto 1,39,4 e in gara subito al secondo giro ha fatto 1,41,2 poi 1,40,7 al terzo e dopo sempre sopra all’1,41 non è una cosa normale pare quasi che abbia fatto il WU con la M1 e la gara con la ducati del Dovi… Non si è mai visto prima Maverick prendere 24 secondi al traguardo è evidente che le 2 M1 ufficiali hanno avuto un problema con le gomme e la temperatura, il problema di Rossi è stato più grave xkè lui ha anche sbagliato completamente il setup della moto, questo dicono i tempi….

    • V.D.S

      8 maggio 2017 at 19:17

      Così proclamò il Magnifico Rettore!

      • Bestlap

        8 maggio 2017 at 19:22

        Eheh.. grazie del titolo…

  14. max3isback

    8 maggio 2017 at 12:11

    Cujo impara a leggere ;)

    E Skarto si hai ragione, non è stato normale ma se leggi le interviste intere di Vale e Maverick vedi due lati molto diversi della storia… Di fatto addirittura Maverick ha detto che la Michelin gli ha “proibito” di fare commenti sulla gomma per la gara, mentre Vale ha ammesso di avere rischiato un setting azzardato perché in warmup era troppo lento… Non c’è niente da esultare o gioire fine a fine anno o ultima gara, come ben sapete ;) ma senza nulla togliere a un gran bel fine settimana di Jorge che ha fatto girare la Ducati in una pista del genere, che fa piacere considerando la fregature Dorna con le winglet…

    • cujo

      8 maggio 2017 at 15:01

      Impara tu a leggere……

      Se leggi bene, io non ho mai parlato di gomme nella gara di ieri, soprattutto se hai ascoltato le interviste a partire dal venerdì tutti e due i piloti erano concordi che non avevano grip sulle curve a sx. Ed a mio parere se a dx andava tutto bene, forse il problema è da altre parti.
      Rossi rispetto a Vinales ha cambiato il setting del WUP e poi in gara non ha avuto i benefici, che dire, c’ha provato, i tempi di Rossi la mattina erano sull’1.40 e ½
      Lasciamo perdere Rossi, del suo compagno cosa mi dici, quello che ha dominato tutto fino all’Argentina, è arrivato a 25 sec, cos’è?? all’improvviso l’alieno si è alienato??.

      Non sto dicendo che Lorenzo ha fatto una brutta gara, anzi…. però devi convenire che a parte la caduta di Cal, in situazioni normali la sua posizione sarebbe stata al 5° o 6°…..

  15. nandop6

    8 maggio 2017 at 13:11

    Comunque setting o non setting qualche problema sulle Yamaha ufficiali c’è stato, Vinales a 24 secondi su un circuito favorevole alla loro moto non esiste.
    Faccio i complimenti a Lorenzo anche se è arrivato a 15 secondi, almeno è stato il primo delle Ducati.

    • gprg67

      8 maggio 2017 at 13:49

      esatto, e non è neanche detto che sia legato esclusivamente alle gomme, anche se queste hanno avuto un ruolo importante. Credo non sapremo mai esattamente qual’è stato il problema, ma in Yamaha e Michelin lo sanno eccome

      • nandop6

        8 maggio 2017 at 14:27

        Si ma la cosa strana è quanto accaduto soprattutto a Vinales, ha dominato con questa moto tutti i test invernali, le prime tre gare, in tutto mi sembra su 6 circuiti diversi e tutto d’un colpo la crisi, boooo!!!

  16. supermariacion

    8 maggio 2017 at 14:49

    Toh è tornato pure il nickname della parrucca monegasca! Quello che “so tutto io”. Pagliaccio preoccupati Delle figure grame che continua a fare il tuo idoletto fallito che è meglio!

  17. max3isback

    8 maggio 2017 at 15:33

    Hey supermaria non ti hanno ancora eliminato da sto sito ;)

    Si Cujo, in situazioni normali che ormai non sembrano esistere, credo che Jorge sarebbe stato 5/6 come ha detto anche lui d’altronde… Ma lo scorso hanno Jorge aveva commentato il problema della gomma che scivolava in alte temperature e tutti e deriderlo, qnd mi sembra che non avete lo stesso trattamento per Rossi no?! E si credo che Vale ha fatto bene ha rischiarsela perche come ha detto lui altrimenti avevo tempi da 7/8 qnd apprezzo il fatto che abbia corso il rischio anche se gli è andata male… Maverick invece si è proprio lamentato di un “difetto” della Michelin lo stesso dell’Argentina a suo parere, che lo ha rovinato, ma sembra che non possa fare commenti a riguardo che non mi sembra giusto.. Ma alla fine ogni gara sembra che sarà a se stante quest’anno per troppe varianti ( e la Michelin non ancora all’altezza di questo campionato secondo me ), ma lascio i soliti delle varie fazioni insultarsi che è meglio di provare a ragionare con certa gente…scusate l’interruzione, torno ai siti seri ;)

  18. cujo

    8 maggio 2017 at 16:42

    lo vedi che ricordate sempre quello che pare a voi…..

    lo scorso anno, il problema che ha avuto Lorenzo lo avevano anche gli altri…. a domanda precisa senza dire il problema che ha lamentato il 99, sia Marquez che Rossi han detto che la posteriore slittava o spinnava sul cerchio.

  19. V.D.S

    8 maggio 2017 at 18:14

    Capito???

    • Bestlap

      8 maggio 2017 at 19:21

      Eheh.. te di sicuro no…

      • V.D.S

        8 maggio 2017 at 20:28

        Ahi ahi ahi professore,cosa mi combini,si dice “tu di sicuro no..”non te.
        Guarda che con questi errori da scuole elementari mi deludi,non vorrei ti tolgliessero la cattedra!

    • cujo

      8 maggio 2017 at 20:08

      lui solo con i disegnini, altrimenti è inutile…

  20. Ronnie

    8 maggio 2017 at 18:36

    Le dichiarazioni di Marquez e Dovizioso fanno capire cosa è cambiato da un anno all’altro.

    L’anno scorso secondo Dovizioso c’era poco grip e la vecchia Yamaha andava bene in quelle condizioni, le gomme di quest’anno garantivano molto più grip.

    Marquez ha invece parlato di anteriore troppo soft, persino la Hard era troppo morbida.

    In queste condizioni Pedrosa e anche Lorenzo con la loro guida si adattano meglio. Non forzano oltremodo in staccata come Rossi e Marquez.

    Una gomma soft all’anteriore va guidata lasciandola scorrere e senza mai metterla in crisi surriscaldandola. Di certo non permetteva grande stabilità in staccata.

    Per la posteriore vale lo stesso discorso. Pedrosa è riuscito a portarla al termine molto bene la meescola Media malgrado una gara tiratissima con il compagno di squadra che al posteriore aveva una Dura.

    Sorprende Lorenzo che con una Media al posteriore è riuscito ad arrivare a fine gara meglio i Zarco che aveva anche lui una Media ed era partito meglio ed aveva la moto che l’anno scorso aveva vinto.

    Da notare che Rossi l’anno scorso vincendo il gran premio era andato solo 2 secondi più lento di Pedrosa quest’anno.

    Mentre le temperature dell’aria e dell’asfalto erano molto simili.

    Michelin ha cambiato parecchio le gomme quest’anno.

    Queste privilegiavano maggiormente la guida di Pedrosa e Lorenzo, Marquez se l’é cavata così come Dovizioso un po’ meno Vinales.

    L’anno scorso le gomme favorivano la guida di Rossi che ha vinto, quest’anno quella di Pedrosa.

    Alla fine è così per ogni GP, il pilota che si adatta meglio alle carcasse e alle mescole degli penuamtici vince.

    Anche perché qui nessuna Yamaha è andata bene quest’anno.

    Se no Zarco, con la vecchia moto doveva fare il tempo di Rossi e arrivare secondo a 2 secondi da Pedrosa.

  21. TONYKART

    8 maggio 2017 at 20:37

    Lasciando perdere per un istante il tifo,è evidente che le Michelin stanno falsando un campionato ,quella che al mattino sembra la miglior moto del campionato e il pilota un fenomeno al pomeriggio può diventare un cancello guidato da un somaro e il giorno dopo fare il giro più veloce del Warm up.
    Questo nn va bene è la moto gp queste cose con i pneumatici nn possono accadere …

    • Bestlap

      8 maggio 2017 at 23:54

      Ma guarda, x una volta mi trovo d’accordo con te.. Oltretutto pare anche che la michelin abbia difficoltà a mantenere una costante qualità di produzione, può capitare che la stessa gomma che la mattina funzionava bene al pomeriggio abbia prestazioni completamente diverse.. Secondo me la michelin dovrebbe smetterla con l’ossessione di abbassare i tempi sul giro rispetto alle bridgestone e dovrebbe invece concentrarsi sulla costanza di produzione..

  22. ligera

    8 maggio 2017 at 23:53

    Gran gara di Lorenzo, sembra proprio che stia andando nella giusta direzione, migliora ad ogni gara e sopratutto, c’è da considerare che questa pista non è mai stata molto “amica” dalla Ducati. Certo che anche Dovizioso ha fatto tempi molto vicini a quelli di Lorenzo, è mancato in costanza.

    Sento che tanti, se non tutti, danno responsabilità alla Michelin e, benchè anch’io sia daccordo su questo aspetto, mi chiedo perchè nei GP precedenti, dove le cose andavano bene per la Yamaha, praticamentre nessuno ne ha fatto cenno.

    Purtroppo le gomme stanno falsando il mondiale, sia per chi vince, sia per chi arriva dietro e ora, coi test di oggi, vogliono tornare alle coperture del 2016 e se i piloti non saranno dello stesso parere, rirproporranno la questione nei test di Barcellona.
    Ma allora ditelo che volete tornare alle gomme dell’anno passato cavolo. Non so verso quali c@sini si stia dirigendo la Michelin. Un pilota non fa a tempo a capirne i pregi e i difetti, che subito si cambia.

    Dovizioso, nelle interviste di quest’anno, ha lascaito da parte quell’umiltà che a me piaceva tanto, mostrando un lato a me sconosciuto, ma che non gli ha certo portato fortuna.
    Lorenzo, almeno nelle parole, ha capito che era bene non sbilanciarsi, ha fatto prestazioni pessime, ma ha continuato a lavorare forte e oggi è arrivato il primo risultato risultato positivo (non a -15 sec., ma -10, max -11 sec. Conta nulla, ma alla fine Pedrosa ha continuato a tirare di brutto con Marc attaccato, mentre Lorenzo gli ultimi giri li ha fatti andando a spasso).
    Voglio pure sottolineare che Lorenzo ha “BACIATO” la Ducati nel parco chiuso e lo cito in risposta a tutti coloro che sottolineavano il gesto poco signorile nei riguardi della moto, di qualche GP fa.

    Le Yamaha hanno sbagliato qualcosa, entrambe e a me non pare poi così strano che ambedue abbiano “c@nnato” la gara. Non solo le gomme, ma anche il setting e questa volta, la correzione dell’ultimo secondo non è risultata fruttifera per Vale. Ritengo che non sia dipeso solo dalle gomme per 2 motivi principali: 1) Zarco, con la moto del 2016 è andato forte, molto forte e se tanto mi da tanto, Vinales (ma anche Vale), a pari condizioni sarebbero stati un poco più veloci. 2) Vale ha rovinato la gomma posteriore dura, segno che aveva un setting nettamente sbagliato per queste condizioni.

    Sarei curioso di verificare questa mia ipotesi: Vale è sempre stato più lento di Vinales, molto più lento nelle prove, salvo poi, avvicinarsi e non di poco nelle prestazioni in gara con le solite modifiche dell’ultimo minuto. Io ho la netta impressione che le modifiche apportate da Vale siano sempre state dirette ad avvicinare (nel setting) la sua moto a quella del compagno di squadra e ieri, non funzionando il setting di Vinales, non avrebbe potuto funzionare neppure quello di Vale. In peggio c’è che le modifiche dell’ultimo secondo, hanno alterato la moto di Vale, tanto da rovinargli pure la gomma dura al posteriuore, mentre Zarco, Lorenzo e pure Dovizioso, sono arrivati alla fine con una media al posteriore, media poi, montata su Ducati, non solo su una Yamaha. Ma Vale, non ha sempre detto che nelle prove lavorava in funzione della gara? Se questo è il risultato di un lavoro volto alla prestazione in gara……
    Va beh, ma noi siamo solo detrattori di Vale, se scriviamo queste cose, lo facciamo solo per denigrare, non perchè lo pensiamo veramente, troviamo tutte le strade per dargli addosso (anche se sarebbe sufficiente leggere da imparziali le interviste rilasciate dal pilota stesso), non che le cose che scriviamo possono anche avvicinarsi al vero, assolutamente impossibile. Dovremmo solo farne gli elogi e se così non è, noi non capiamo una mazza.

    Mi spiace per l’ennesima caduta di Iannone. E’ un generoso, ma spesso eccede e vuole stare in posizioni che non gli competono, sopratutto in sella ad una Suzuki. Guidare sempre al limite è roba da campionissimi, un ottimo pilota quale è Lui, non ha ancora le qualità per tenere quel ritmo ad ogni giro per tutta la gara e me ne spiace parecchiuo.

    Ottimo Pedrosa, gara stupenda da quel campione che sembrava destinato ad essere, ma che poi non è mai stato per tutto l’arco di un mondiale. Grande gara pure di Marquez, l’unico che oggi poteva stare con Pedrosa, non solo per la moto (qualunque altro pilota in sella a quella moto non sarebbe arrivato così vicino a Pedrosa), ma per le sue eccezionali doti di pilota.

    Un appunto per l’Aprilia e per Alex Espargaro, sempre in grado di dare il “LA'” sul giro secco, ma poi non in grado di mantenere la competitività per tutta la gara. A differenza di Iannone, gli si deve riconoscere che accetta i propri limiti e porta la moto al traguardo. Mi piacerebbe vedere un’Aprilia anche con un po più di competitiva rispetto a come lo è oggi.

    Grande Ducati
    Grande Lorenzo
    Grande Dovizioso

    • Ronnie

      9 maggio 2017 at 18:59

      Hai detto almeno 2 caxxate.

      Zarco con la moto 2016 è stato notevolmente più lento.

      Rossi ci aveva messo almeno 15 secondi in meno di Zarco nel 2016 e la temperatura era simile. Inoltre a detta di Dovizioso le gomme del 2016 avevano meno grip rispetto a quelle di quest’anno.

      Inoltre Rossi al posteriore aveva una media, non una dura.

      I piloti Yamaha hanno dichiarato chiaramente che per loro la scelta dura al posteriore era sconveniente e non rendeva, mentre con la media al posteriore erano al limite dell’usura.

      Inoltre dalle dichiarazioni di Yamaha o Michelin, la posteriore di Rossi era rovinata, ma il problema più grosso delle vibrazioni negli ultimi giri è stato probabilmente causato dallo scivolamento della gomma sul cerchio che ha sbilanciato la ruota, cosa che si fa sentire alle alte velocità, e difatti Rossi si era lamentato delle forti vibrazioni in rettilineo.

      • ligera

        10 maggio 2017 at 15:06

        Guarda che mi riferivo a questa gara parlando di Zarco. Dove hai letto che facevo il paragone con l’anno scorso?

  23. cujo

    9 maggio 2017 at 15:32

    non mi metto a leggerlo, tanto so che sarà il solito pippone sulla Ducati, e guarda caso sei venuto a scriverlo qui….. come mai?? forse perchè non li caga nessuno….

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati