Acerbis Dutch Round, Gara 2: Kawasaki domina il fine settimana

Emozionante arrivo in volata tra Rea e Sykes

Acerbis Dutch Round, Gara 2: Kawasaki domina il fine settimanaAcerbis Dutch Round, Gara 2: Kawasaki domina il fine settimana

I verdetti usciti dal TT Circuit di Assen, la Cattedrale della velocità, hanno rispecchiato sostanzialmente i pronostici della vigilia, che indicavano Jonathan Rea come il grande favorito per la vittoria.

Il Campione del Mondo con una doppietta, la terza di fila su questo tracciato, a cui si aggiunge la pole position conquistata battendo il record addirittura di Marc Marquez con la Honda MotoGP per un decimo, si conferma come Re di Assen: per lui sono complessivamente ben 11 le affermazioni in carriera qui.

A differenza di Gara 1 di ieri, dove ha dato vita a un acceso duello con Chaz Davies, oggi Rea ha condotto la seconda manche praticamente dall’inizio, tallonato dal compagno di team, Tom Sykes, che all’ultimo giro ha tentato il tutto per tutto: all’uscita dall’ultima curva il vice-campione in carica ha incrociato le traiettorie sorprendendo Rea ed entusiasmando il pubblico olandese con un arrivo in volata, in cui il Campione in carica ha avuto la meglio per soli 25 millesimi.

Una doppietta importante per il Kawasaki Racing Team che consolida ancora la leadership in classifica e ritrova un campione come Sykes, in grande spolvero oggi dopo i problemi di salute che ne avevano condizionato le prestazioni nelle ultime tre gare.

“È stato un week end di gare incredibile. Sono contento soprattutto della Superpole di ieri, perché quello è stato forse il miglior giro che abbia mai fatto in moto” – ha detto Jonathan Rea – “Ovviamente sono contento anche delle due vittorie in gara. In Gara2 nella prima metà ho spinto molto forte fin quando ho potuto, e nella seconda parte ho solo provato ad assicurarmi la vittoria. Oggi il problema più grande è stato il vento. Ho rischiato di cadere all’undicesimo giro e così ho deciso di tenermi qualcosa per gli ultimi giri. Ho avuto poi un altro spavento all’uscita della curva 11, vicino alla fine della gara, così ho fatto poi una gara d’intelligenza e ho difeso la prima posizione”.

“La mia gara di sabato è stata accettabile” ha raccontato Tom Sykes – “ma non abbiamo smesso di lavorare per trovare una migliore messa a punto. Fisicamente non ero completamente a mio agio ieri, ma oggi sentivo che avrei potuto vincere. Provo sempre a vincere e ovviamente sono deluso per non aver ancora ottenuto un successo, ma ripensando a dov’ero all’inizio della settimana, se qualcuno mi avesse offerto due secondi posti ad Assen, li avrei senza dubbio accettati”.

Il quinto round del MOTUL FIM Superbike World Championship andrà in scena tra due settimane all’Autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola.

Acerbis Dutch Round, Gara 2: Kawasaki domina il fine settimana
Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Superbike

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati