Moto3 Argentina Gara: Migno migliore degli italiani

Ottimo risultato per Migno, penalità per Bulega

di

Condividi su Facebook Pubblica su Twitter Condividi su Google+
Moto3 Argentina Gara: Migno migliore degli italiani

Gp Argentina Moto3 2017 – Il gran premio dell’Argentina si chiude con un mix di sentimenti all’interno dello Sky Racing Team VR46: se da un lato c’è l’ottimo quinto posto di Andrea Migno, dall’altro c’è il rammarico per la penalità inflitta a Nicolò Bulega, dopo il contatto con Di Giannantonio.

Andrea cercava da tempo una gara come quella di oggi, combattuta dall’inizio alla fine, nonostante un errore alla partenza:

“Era quello che volevo per me e per il team che ha sempre lavorato bene dall’inizio della stagione. Anche se non sono partito bene, sono riuscito a recuperare. Ho provato ad attaccare per il podio alla fine, ma non ci sono riuscito. Dobbiamo continuare a crescere”.

Bulega invece, ha chiuso in tredicesima posizione ma con la penalità di due secondi inflitta per il contatto ai danni di Di Giannantonio, è sceso di tre posizioni. Il team manager, Pablo Nieto, ha dichiarato che la squadra si assume la piena responsabilità dell’accaduto.

“Sono partito bene – ha commentato Nicolò – ho lottato con i primi per metà gara ma poi è calato il grip dei pneumatici. Ho perso diverse posizioni e per recuperare, ho colpito Di Giannantonio”.

Jessica Cortellazzi

10th aprile, 2017

Tag:, , , ,

Lascia un commento

Devi eseguire il login per pubblicare un commento.

Orari GP Austin - 23/04/2017

GP Austin 2016

Guarda i risultati e le classifiche

Classifiche Motomondiale

Classifiche Team Motomondiale

Classifiche Factory Motomondiale



Classifica Superbike

Foto Random MotoGP
Foto Random Pit Girls

Sondaggio

Chi è il favorito al titolo 2016 della MotoGP?

Visualizza Risultati

Loading ... Loading ...
Facebook
Copyright © Motorionline S.r.l. - Dati societari - P.IVA 07580890965
Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Milano in data 20/01/2012 al numero 35
Direttore Responsabile : Lorenzo V. E. Bellini