Superbike, Pirelli Aragon Round: Jonathan Rea non cede la leadership in prova

Il Campione in carica è il più veloce in entrambe le sessioni. Sykes conclude soddisfatto con il terzo tempo

di

Condividi su Facebook Pubblica su Twitter Condividi su Google+
Superbike, Pirelli Aragon Round: Jonathan Rea non cede la leadership in prova

Nemmeno su un pista considerata non amica per lui Jonathan Rea ha lasciato spazio agli avversari: il pilota Kawasaki è il più veloce anche al termine delle due sessioni di libere del Pirelli Aragon Round, che si sta svolgendo al Motorland, in Andalusia

Nonostante i distacchi non siano sostanziali, pochi millesimi per Alex Lowes nel primo turno e nemmeno un decimo per Melandri nel secondo, a impressionare come al solito è il ritmo tenuto da Rea, che è riuscito anche a effettuare una simulazione di gara molto buona.
La Ninja finora si sta comportando bene sul circuito andaluso e sta al momento sovvertendo i pronostici della vigilia che davano la Panigale, e soprattutto Chaz Davies, quarto oggi, come favoriti: il fine settimana è però ancora lungo e in casa Kawsaki già si pensa alle qualifiche di sabato.

Tom Sykes ha concluso la giornata con il terzo tempo, lavorando molto sull’assetto e sul ritmo, completando anche lui una simulazione di gara positiva, confermando la competitività della moto sia sul giro secco che sulla distanza.

“oggi abbiamo fatto il set-up e controllato i pneumatici questa mattina, poi un long-run e un veloce giro questo pomeriggio. Ecco come è andata. Siamo abbastanza veloci e abbiamo in gran parte ottenuto quello che ci serviva per la messa a punto della moto. Durante il long run abbiamo usato l’impostazione di Phillip Island e della Thailandia, ma ho capito che non è la soluzione migliore per questo particolare tracciato” – ha dichiarato Jonathan Rea – “Abbiamo avuto un’impostazione completamente diversa sull’anteriore al test qui nel mese di novembre; quella con cui mi trovo meglio. Non credo che possiamo vedere il potenziale di tutti solo da oggi e penso che la gara può riservare sorprese. Ma non sto pensando agli altri, sto solo cercando di fare le cose al meglio possibile per me”.

“domani faremo due o tre modifiche relativamente piccole ma a questo livello qualsiasi cosa piccola può diventare un grande guadagno in pista. Abbiamo finito bene in FP1 con pneumatici usati, ed è stata una buona iniezione di fiducia. Nella FP2 il tempo sul giro iniziale era fantastico e mi sentivo veramente bene con la moto. Ho visto la pioggia e abbiamo deciso di entrare ai box per fare un paio di modifiche alla moto per darci informazioni per sabato” – ha detto Tom Sykes – “La cosa buona è che abbiamo ottenuto quello che cercavamo, così domani dovrebbero essere più semplice. La pioggia alla fine non era ideale, ma siamo stati fortunati a non perdere troppo tempo. Abbiamo alcune buone informazioni per domani”.

Michela Alitta

1st aprile, 2017

Tag:, , , , , , , , , , , , ,

Lascia un commento

Devi eseguire il login per pubblicare un commento.

Orari GP Inghilterra - 27/08/2017

GP Inghilterra 2016

Guarda i risultati e le classifiche

Classifiche Motomondiale

Classifiche Team Motomondiale

Classifiche Factory Motomondiale



Classifica Superbike

Foto Random MotoGP
Foto Random Pit Girls

Sondaggio

Stoner metterà pressione ai piloti ufficiali Ducati?

Visualizza Risultati

Loading ... Loading ...
Facebook
Copyright © Motorionline S.r.l. - Dati societari - P.IVA 07580890965
Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Milano in data 20/01/2012 al numero 35
Direttore Responsabile : Lorenzo V. E. Bellini