Superbike, Pirelli Aragon Round, Gara 1: secondo posto per Marco Melandri

In Casa Ducati soddisfazione per il podio e rammarico per la caduta di Davies

Superbike, Pirelli Aragon Round, Gara 1: secondo posto per Marco MelandriSuperbike, Pirelli Aragon Round, Gara 1: secondo posto per Marco Melandri

Se vuole davvero puntare al titolo iridato deve iniziare a vincere la gare: è lo stesso Chaz Davies ad ammetterlo al termine di una corsa in cui aveva tutte le carte per festeggiare sul gradino più alto del podio, su una pista congeniale a lui e alla Panigale.
Invece è arrivato un errore fatale nelle fasi finali che ha permesso a Jonathan Rea di sorpassarlo: dopo aver guidato la corsa per 18 giri, il gallese ha perso il controllo della sua moto ed è caduto.

Uno zero che può già diventare pesante, visto che il suo principale rivale non sta sbagliando nulla: a parità di situazione, infatti, in Australia e Thailandia, il campione in carica non ha commesso sbavature, ottenendo cinque vittorie anche in condizioni difficili.
In classifica generale il distacco è salito a ben 55 punti e Davies è stato anche scavalcato da Tom Sykes, terzo oggi: un gap non incolmabile ma già significativo.

Chaz Davies tuttavia cerca di non abbattersi e di vedere il bicchiere mezzo pieno: “A guardare il lato positivo, sono stato fortunato a non riportare infortuni. Domani proveremo a partire bene e risalire ancora fino alla vetta. Vogliamo portare a casa delle vittorie”.
Testa quindi a Gara 2, in programma domani alle 13:00.

Dall’altra parte del box Aruba Racing Ducati sorride invece Marco Melandri, secondo oggi in virtù anche della caduta del compagno di Team, che continua quindi la strisci positiva di podio da inizio stagione.
“Avevo poco grip al massimo angolo di piega, ed all’inizio era molto difficile per me chiudere la traiettoria nelle curve più veloci. Comunque il secondo posto è un buon risultato per noi”.

Leggi altri articoli in Superbike

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati