MotoGP Qatar: Allacciate il casco, si parte. Date, orari e info della prima tappa del campionato

Si scende in pista da giovedì, ma il meteo potrebbe rovinare la festa

di

Condividi su Facebook Pubblica su Twitter Condividi su Google+
MotoGP Qatar: Allacciate il casco, si parte. Date, orari e info della prima tappa del campionato

MotoGP Qatar 2017– Finalmente ci siamo. Dopo il lungo e freddo inverno, si torna in pista per il primo appuntamento della stagione 2017. Tanti dubbi e domande sono usciti fuori durante i test e, tra 2 giorni, cominceremo ad avere qualche risposta. La gara del Qatar è un evento particolare.  A differenza degli altri weekend di gara, qui si inizia già mercoledì con la conferenza stampa dei piloti; poi da giovedì tutti in pista per le prime prove libere. Tanta è l’attesa di vedere quello che riusciranno a fare i piloti che quest’anno hanno cambiato squadra. Jorge Lorenzo, dopo 9 anni in Yamaha, si trova ad affrontare una nuova difficilissima sfida, portare alla vittoria la Ducati Desmosedici GP17. Al posto del maiorchino, sulla M1 della casa dei tre diapason, Maverick Vinales. Lo spagnolo ha mostrato grande velocità e costanza durante i test, chiudendo al comando tutte e 4 le tappe pre-stagionali (Valencia, Malesia, Phillip Island, Qatar) . Riuscirà il top gun a reggere la pressione delle gare? E’ la domanda che fanno molti addetti ai lavori all’interno del paddock. Grande attesa anche per Andrea Iannone, che al debutto su Suzuki dopo anni in Ducati, è  chiamato a mostrare tutta la sua velocità e talento. Riuscirà il pilota di Vasto nella storica impresa di riportare il mondiale alla casa di Hamamatsu come fatto l’ultima volta in 500 nel 2000 da Kenny Roberts Jr.?  Queste le principali novità e i rispettivi dubbi. Ma le domande non finiscono qui. Ci sono anche quelli che, pur non avendo cambiato niente dallo scorso anno, sono chiamati a riconfermare o a migliorare le prestazioni dello scorso anno

Uno su tutti Marc Marquez. Il pilota di Cervera dovrà difendere il titolo conquistato lo scorso anno; i test pre-stagionali sono andati molto meglio rispetto allo scorso anno, ma quest’anno la concorrenza è vicina e la differenza tra il successo e la sconfitta la faranno i dettagli. Il compagno di squadra sarà uno dei principali rivali. Dani Pedrosa  non ha spinto durante l’inverno, per evitare infortuni che potrebbero compromettere l’inizio della stagione, come già accaduto negli anni passati. Ovviamente non si può escludere Valentino Rossi dalla rosa dei pretendenti al titolo chiamati a rispondere a molte domande. Riuscirà il pilota di Tavullia ad agguantare l’ormai tanto agognato decimo titolo? Guardando le difficoltà avute durante i test la risposta sembra scontata, ma sarebbe un grave errore escluderlo dalla lotta prima dell’inizio della stagione. Il “Dottore” è un animale da gara e, quasi sicuramente, lo vedremo in lotta per le prime posizioni.  Poi c’è Andrea Dovizioso, che ha trascorso tutto l’inverno in sordina, mentre tutti i riflettori erano puntati sul compagno di squadra, ma occhio che il forlivese va’.  Le risposte a queste e alle altre mille domande le avremo a breve.

Attenzione alle condizioni metereologiche. Può sembrare strano visto che siamo nel deserto, ma come hanno già potuto verificare i piloti della Moto2 e Moto3 durante i test appena conclusi, può capitare che piova. In questo caso le categorie minori non possono girare, mentre la classe regina ha possibilità di scelta. Il reale problema è creato dalla luce utilizzata per illuminare la pista, infatti, sull’asfalto bagnato essa si riflette impedendo ai piloti di avere visibilità. Le previsioni meteo non sono rassicuranti, e prevedono pioggia per il fine settimana, il rischio è che la gara possa slittare a lunedì come già accaduto nel 2009.

Il circuito del Qatar misura 5.4 chilometri, conta 6 curve a sinistra e 10 a destra; la carreggiata larga (12m) e il lungo rettilineo, poco più di un chilometro, offrono spettacolo sin dalla sua introduzione nel calendario del motomondiale nel 2004. Dal 2008 la gara si disputa in notturna grazie ad un faraonico impianto di illuminazione.  I piloti più vincenti nella classe regina nella storia del Gp del Qatar sono Valentino Rossi e Casey Stoner, con 4 successi, seguiti da Jorge Lorenzo (3) e Sete Gibernau a pari merito con Marc Marquez a quota 1.

Questi gli orari del Gp Qatar 2017:

Giovedì 23 marzo

FP1 Moto3 16.00-16.40
FP1 Moto2 16.55-17.40
FP1 MotoGP 17.55-18.40
FP2 Moto3 18.55-19.35
FP2 Moto2 19.50-20.35

Venerdì 24 marzo 2017

FP2 MotoGP ore 16.00-16.45
FP3 Moto3 ore 17.00-17.40
FP3 Moto2 ore 17.55-18.40
FP3 MotoGP ore 18.55-19.40

Sabato 25 marzo 2017

Qualifiche Moto3 ore 16.00-16.40
Qualifiche Moto2 ore 16.55-17.40
FP4 MotoGP ore 17.55-18.25
Q1 MotoGP ore 18.35-18.50
Q2 MotoGP ore 19.00-19.15

Domenica 26 marzo 2017

Warm Up Moto3 ore 14.50-15.10
Warm Up Moto2 ore 15.25-15.45
Warm Up MotoGP  ore 16.00-16.20
Gara Moto3 ore 17.00
Gara Moto2 ore 18.20
Gara MotoGP ore 20.00

Dove vedere il Gp Qatar:

Tutte le sessioni saranno trasmesse in diretta canale Sky Sport MotoGP, e in streaming sull’applicazione SkyGo. Su TV8 sabato alle 21.15 verrà trasmessa la sintesi delle qualifiche e domenica alle 22.00 le gare.

Gianluca Rizzo

20th marzo, 2017

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , ,

Lascia un commento

Devi eseguire il login per pubblicare un commento.

Orari GP Repubblica Ceca - 06/08/2017

GP Repubblica Ceca 2016

Guarda i risultati e le classifiche

Classifiche Motomondiale

Classifiche Team Motomondiale

Classifiche Factory Motomondiale



Classifica Superbike

Foto Random MotoGP
Foto Random Pit Girls

Sondaggio

Valentino Rossi può vincere il mondiale?

Visualizza Risultati

Loading ... Loading ...
Facebook
Copyright © Motorionline S.r.l. - Dati societari - P.IVA 07580890965
Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Milano in data 20/01/2012 al numero 35
Direttore Responsabile : Lorenzo V. E. Bellini