Superbike, Motul Thai Round, Gara2: una grande prestazione per Alex Lowes

Sfortunato invece Van Der Mark fermo ai box per una perdita d'olio.

Superbike, Motul Thai Round, Gara2: una grande prestazione per Alex LowesSuperbike, Motul Thai Round, Gara2: una grande prestazione per Alex Lowes

Calato il sipario anche sul secondo appuntamento del Campionato, il Motul Thai Round, si può dire che per il Pata Yamaha Official WorldSBK Team la stagione è iniziata bene, con buone prospettive per il proseguo: dopo le prime quattro gare Alex Lowes occupa il quarto posto in classifica generale, mentre il suo compagno di squadra Michael van der Mark, che inevitabilmente paga un po’ di “gavetta” arrivando quest’anno in Yamaha, è comunque ottavo.

Alex Lowes ha ben figurato al Chang International Circuit dove ha concluso Gara2 quarto, bissando i due piazzamenti ottenuti in Australia nella stessa posizione, a cui si aggiunge il sesto posto in Gara1.

“Abbiamo fatto un grande lavoro” – ha commentato Alex Lowes – “Il team ha fatto un buon lavoro per darmi un feeling migliore sull’anteriore e onestamente ero più competitivo oggi (Domenica) di ieri (Sabato), questo è promettente. Mi sento come se fossi stato un po’ sfortunato con la bandiera rossa, perché mi sentivo meglio nella prima parte della gara, rispetto alla seconda, in cui ho svolto una gara in solitaria, con un ritardo dai primi e da quelli che mi seguivano. È stato un buon week end e spero che quando arriveremo in Europa potrò fare quello step ulteriore e battagliare come avevo fatto in Australia”.

Van der Mark invece, dopo aver registrato un ottimo quinto posto in Gara1, rientrato ai box nei primi giri della seconda corsa, dopo l’esposizione delle bandiere rosse, non è riuscito a prendere parte alla ripartenza a causa di una vistosa perdita d’olio dalla sua YZF R1: il team è riuscito a capire da cosa derivasse il guasto e per ovvie ragioni di sicurezza non ha dato il via libera al suo pilota.

“Abbiamo avuto un problema tecnico in Gara2 ed è stato un peccato dopo tutto il nostro grande lavoro” – ha spiegato Michael Van der Mark – “Nella mattina, nel warm up, abbiamo provato qualcosa sul set-up della moto ma non ero così a mio agio, così siamo tornai al set up simile a quello precedente. Poi c’è stata la bandiera rossa. È stato un peccato perché sabato è stata davvero una buona giornata”.

Superbike, Motul Thai Round, Gara2: una grande prestazione per Alex Lowes
Vota questo articolo
Leggi altri articoli in Superbike

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

Superbike, Motul Thai Round, Gara2: una grande prestazione per Alex Lowes

Sfortunato invece Van Der Mark fermo ai box per una perdita d'olio.

Michela Alitta
di 13 marzo, 2017
Superbike, Motul Thai Round, Gara2: una grande prestazione per Alex LowesSuperbike, Motul Thai Round, Gara2: una grande prestazione per Alex Lowes

Calato il sipario anche sul secondo appuntamento del Campionato, il Motul Thai Round, si può dire che per il Pata Yamaha Official WorldSBK Team la stagione è iniziata bene, con buone prospettive per il proseguo: dopo le prime quattro gare Alex Lowes occupa il quarto posto in classifica generale, mentre il suo compagno di squadra Michael van der Mark, che inevitabilmente paga un po’ di “gavetta” arrivando quest’anno in Yamaha, è comunque ottavo.

Alex Lowes ha ben figurato al Chang International Circuit dove ha concluso Gara2 quarto, bissando i due piazzamenti ottenuti in Australia nella stessa posizione, a cui si aggiunge il sesto posto in Gara1.

“Abbiamo fatto un grande lavoro” – ha commentato Alex Lowes – “Il team ha fatto un buon lavoro per darmi un feeling migliore sull’anteriore e onestamente ero più competitivo oggi (Domenica) di ieri (Sabato), questo è promettente. Mi sento come se fossi stato un po’ sfortunato con la bandiera rossa, perché mi sentivo meglio nella prima parte della gara, rispetto alla seconda, in cui ho svolto una gara in solitaria, con un ritardo dai primi e da quelli che mi seguivano. È stato un buon week end e spero che quando arriveremo in Europa potrò fare quello step ulteriore e battagliare come avevo fatto in Australia”.

Van der Mark invece, dopo aver registrato un ottimo quinto posto in Gara1, rientrato ai box nei primi giri della seconda corsa, dopo l’esposizione delle bandiere rosse, non è riuscito a prendere parte alla ripartenza a causa di una vistosa perdita d’olio dalla sua YZF R1: il team è riuscito a capire da cosa derivasse il guasto e per ovvie ragioni di sicurezza non ha dato il via libera al suo pilota.

“Abbiamo avuto un problema tecnico in Gara2 ed è stato un peccato dopo tutto il nostro grande lavoro” – ha spiegato Michael Van der Mark – “Nella mattina, nel warm up, abbiamo provato qualcosa sul set-up della moto ma non ero così a mio agio, così siamo tornai al set up simile a quello precedente. Poi c’è stata la bandiera rossa. È stato un peccato perché sabato è stata davvero una buona giornata”.

http://motograndprix.motorionline.com/2017/03/13/superbike-motul-thai-round-gara2-una-grande-prestazione-per-alex-lowes/