Superbike, Motul Thai Round, Tissot-Superpole: Jonathan Rea beffa Tom Sykes

Seconda pole consecutiva per il Campione del Mondo. Terzo Melandri a mezzo secondo

di

Condividi su Facebook Pubblica su Twitter Condividi su Google+
Superbike, Motul Thai Round, Tissot-Superpole: Jonathan Rea beffa Tom Sykes

In un caldo soffocante, 36° nell’aria e 50° sull’asfalto, il Chang International Circuit ha ospitato un’avvincente Tissot-Superpole del Motul Thai Round, in cui Jonathan Rea ottiene nei momenti finali la sua seconda pole consecutiva quest’anno, grazie al nuovo giro record della pista di 1’32.957.

Il Campione in carica con questa prestazione ha mandato un segnale chiaro agli avversari: se lo scorso anno l’unico suo punto debole, se vogliamo chiamarlo così, era proprio il giro veloce, quest’anno ha saputo migliorarlo e ora sarà ancora più difficile da battere.

Una pole conquistata negli ultimi istanti di qualifica su Tom Sykes, superato di +0.235 all’ultimo giro, con Marco Melandri a completare la prima fila, a mezzo secondo da Rea.

Alex Lowes (Pata Yamaha Official WorldSBK Team) ha seguito l’italiano per soli 72 millesimi, in quarta piazza, mentre in quinta troviamo Chaz Davies: il pilota gallese della Ducati ha perso l’anteriore alla curva 6 ed è incappato così in una caduta che lo ha rallentato.
La seconda fila è completata dall’altra Yamaha ufficiale di Michael van der Mark, mentre la terza è composta da Eugene Laverty (Milwaukee Aprilia), Xavi Fores (BARNI Racing Team) e Lorenzo Savadori (Milwaukee Aprilia).

Decimo tempo per Jordi Torres, anche lui vittima di una caduta dopo aver perso l’anteriore, questa volta alla curva 1: dietro di lui sempre in quarta fila troviamo Leon Camier (MV Agusta Reparto Corse) e l’altro pilota Althea BMW Markus Reiterberger.

Camier e Savadori sono stati i due piloti che hanno superato un’accesa Tissot Superpole 1, giocandosi l’accesso con Randy Krummenacher (Kawasaki Puccetti Racing) e Nicky Hayden (Red Bull Honda World Superbike Team), che partiranno rispettivamente dalla 13esima e 14esima posizione.

Appuntamento alle 10:00 con la partenza di Gara 1.
Di seguito la griglia, che verrà modifica nella seconda corsa come da nuovo regolamento:

1. Jonathan Rea GBR Kawasaki Racing ZX-10R 1m 32.957s
2. Tom Sykes GBR Kawasaki Racing ZX-10R 1m 33.192s
3. Marco Melandri ITA Aruba.it Racing Ducati 1199R 1m 33.457s
4. Alex Lowes GBR PATA Crescent Yamaha R1 1m 33.529s
5. Chaz Davies GBR Aruba.it Racing Ducati 1199R 1m 33.561s
6. Michael van der Mark NED PATA Yamaha YZF-R1 1m 33.617s
7. Eugene Laverty IRE Milwaukee Aprilia RSV4 1m 33.621s
8. Xavi Fores ESP Barni Ducati 1199R 1m 34.188s
9. Lorenzo Savadori ITA Milwaukee Aprilia RSV4 1m 34.207s
10. Jordi Torres ESP Althea BMW S1000RR 1m 34.252s
11. Leon Camier GBR MV Agusta RC F4 RR 1m 34.525s
12. Markus Reiterberger GER Althea BMW S1000RR 1m 34.807s

Grid positions determined by Superpole 1

13. Randy Krummenacher SWI Puccetti Kawasaki ZX-10R 1m 34.647s
14. Nicky Hayden USA Red Bull Honda CBR1000RR SP2 1m 34.698s
15. Alex de Angelis SMR Pedercini Kawasaki ZX-10R 1m 34.816s
16. Stefan Bradl GER Red Bull Honda CBR1000RR SP2 1m 35.155s
17. Riccardo Russo ITA Guandalini Yamaha YZF-R1 1m 35.206s
18. Ondrej Jezek CZE Grillini Kawasaki ZX-10R 1m 35.226s
19. Roman Ramos ESP Team Go Eleven Kawasaki ZX-10R 1m 35.587s
20. Ayrton Badovini ITA Grillini Kawasaki ZX-10R 1m 35.993s

Michela Alitta

11th marzo, 2017

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Lascia un commento

Devi eseguire il login per pubblicare un commento.

Orari GP -

GP

Guarda i risultati e le classifiche

Classifiche Motomondiale

Classifiche Team Motomondiale

Classifiche Factory Motomondiale



Classifica Superbike

Foto Random MotoGP
Foto Random Pit Girls

Sondaggio

Gigi Dall'Igna in Ducati, è l'uomo giusto per risorgere?

Visualizza Risultati

Loading ... Loading ...
Facebook
Copyright © Motorionline S.r.l. - Dati societari - P.IVA 07580890965
Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Milano in data 20/01/2012 al numero 35
Direttore Responsabile : Lorenzo V. E. Bellini