Superbike, Motul Thai Round, Gara 1: Chaz Davies non si arrende

Il gallese è secondo dietro Rea, mentre Melandri viene beffato da Sykes per il podio

Superbike, Motul Thai Round, Gara 1: Chaz Davies non si arrendeSuperbike, Motul Thai Round, Gara 1: Chaz Davies non si arrende

Al Chang International Circuit Il team Aruba Racing Ducati ha concluso Gara1 del Motul Thai Round positivamente, anche se Chaz Davies non è riuscito a impensierire più di tanto Jonathan Rea come gli era riuscito in Australia, e Marco Melandri ha dovuto arrendersi all’assalto di Tom Sykes al terzo posto negli ultimi istanti della corsa.

Tanta la fatica per il pilota gallese, che ha sofferto le condizioni di caldo e umidità, ed è arrivato a ben sei secondi abbondanti da Rea, che oggi purtroppo per la Ducati, ha fatto quello che ha voluto.
Domani il Campione in carica partirà dalla nona casella in griglia e Davies dall’ottava, in virtù del nuovo regolamento: vedremo se questo basterà a rimescolare le forze viste in pista oggi.

“In generale posso dirmi soddisfatto della nostra odierna prestazione, ma avrei voluto vincere. Questa mattina ho pensato che forse ci sarei andato vicino, ma poi ho visto che il nostro passo non era abbastanza veloce” – ha dichiarato Chaz Davies – “Soprattutto all’inizio della gara, non ho potuto spingere al limite la moto e successivamente ho faticato a superare. Ci sono alcune cose su cui potremo concentrarci e magari trovare qualche vantaggio per domani, sarà difficile, ma mai dire mai. Negli ultimi giri sono stato abbastanza veloce per recuperare e arrivare secondo, ma non senza difficoltà. Non avevo un grande feeling. Sentivo come se stessi perdendo un po’ nella prima e nella seconda parte, ed è stato sorprendente anche per me, analizzeremo la situazione per saperne di più. Essere ottavo sulla griglia di partenza di domani renderà le cose ancora più complicata”.

un po’ di rammarico invece per Marco Melandri che ha perso il terzo posto all’ultima curva dell’ultimo giro il podio, a favore di Tom Sykes, a causa di alcuni problemi alla leva del freno anteriore: il ravennate cerca comunque di focalizzarsi già sulla gara di domani.

“È stata una buona gara fino a metà, poi ho sofferto un pochino con il freno anteriore. Non riuscivo a frenare in tutte le curve allo stesso modo, la leva si muoveva molto. Ad un certo punto ho fatto un giro molto lento perché ho mancato una frenata” – ha detto Marco Melandri – “Sapevo che all’ultimo giro sarebbe stato difficile contenere Sykes perché l’ultima frenata era critica e mi ha passato. È comunque stata una buona gara perché abbiamo raccolto il massimo possibile. Ora cercheremo di migliorarci domani”.

Leggi altri articoli in Superbike

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati