MotoGP Test Austria: Casey Stoner “Sono contento ma anche un pò deluso per la caduta a fine turno”

L'australiano per due giorni smette i panni del testimonial, e torna a dare gas chiudendo con un ottimo 3° tempo il test

MotoGP Test Austria: Casey Stoner “Sono contento ma anche un pò deluso per la caduta a fine turno”MotoGP Test Austria: Casey Stoner “Sono contento ma anche un pò deluso per la caduta a fine turno”

Casey Stoner MotoGP 2016 Test Red Bull Ring Austria Spielberg Team Ducati – Casey Stoner chiude con il 3° tempo il test privato di Spielberg, a 6 decimi dal suo team mate Iannone e subito dietro a Dovizioso. Un risultato davvero sorprendente per tutti se si considera che l’australiano dal 2012 non gareggia più, tranne per lui che a fine giornata si ritiene si soddisfatto ma anche un pò deluso per la caduta a fine turno mentre cercava di spingere forte per avvicinare i suoi compagni di team. Insomma sarà anche un testimonial del marchio nel mondo, ma prendere paga dagli altri ducatisti non gli fa certo piacere!

“E’ stata una giornata abbastanza positiva – ha affermato Casey Stoner – anche se non oggi abbiamo potuto fare molti giri perché il programma di lavoro del Test Team prevedeva anche qualche uscita per Michele Pirro per provare alcune soluzioni. Abbiamo fatto molte uscite brevi, apportando sempre delle modifiche alla moto e facendo una serie di test comparativi con la ciclistica per cercare di trovare più stabilità in frenata. Tutto sommato sono contento, ma anche un po’ deluso perché verso la fine della giornata, quando volevo spingere forte, sono scivolato alla curva 6. Sono abbastanza soddisfatto della gomma dura, e il mio feeling con la Desmosedici GP è stato buono, anche se in questi due giorni abbiamo sempre usato il telaio standard, e quindi sono sicuro che con la nuova versione avremmo potuto girare ancora piú forte”

Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

8 commenti
  1. nandop6

    21 luglio 2016 at 14:22

    Secondo me è stato molto veloce ma non voglio più sentire dire che a Misano quà a Sepang la record su ecc., anche sul giro singolo è grosso modo come gli altri.
    Comunque sia è un bel manico.

  2. deljde

    21 luglio 2016 at 15:43

    Unico pilota a non aver completato un giro secco con le gomme morbide causa caduta all’ultimo tentativo quando al T2 era in vantaggio di 0.2 sul tempo di iannone , ha usato il telaio standard e non quello evoluto a disposizione di Dovizioso e iannone , sale su una motogp 4 volte all’anno …. ah ! le chiacchere stanno a zero …

    • ligera

      21 luglio 2016 at 15:54

      Mi hai tolto le parole di bocca. Il più grande peccato dell’Australiano è stato quello di toglierci le sue “perle” alla guida di una moto.

      Sarei davvero felicissimo vederlo in sella per una gara almeno. Ci si aspetterebbe “il mondo”, ma ne resteremmo delusi, tenere il ritmo per una gara intera è completamente diverso dal fare uscite di alcuni giri, ma sono certo che darebbe spettacolo.

      Grande STONER
      Grande Ducati

  3. Durim

    21 luglio 2016 at 18:07

    Che stoner era veloce si sapeva, ma i test dicono tutto o niente. Cioè ha deciso di non correre, quindi peccato, ma amen, ci sono altri talenti in pista.

    Poi vi ricordate i test di sepang? Con mister Lorenzo “vado 1 sec più veloce di tutti” e poi nelle ultime 3 gare andava 2 sec più lento di tutti?I test dicono poco, così come le prove libere ma anche la qualifica. La gara è tutt’altro perchè se dovessimo guardare prove libere iannone e vinales sarebbero a 4 vittorie ciascuno e nessuno di loro 2 si è mai avvicinato a farlo.

  4. H954RR

    22 luglio 2016 at 11:08

    Mitico immenso Casey, anche dopo il lungo fermo e con moto meno evoluta ha fatto venire la strizza a tutti.
    Il valore aggiunto ai modiali di oggi sarebbe prorpio lui, peccato che non torna a correre ma visto com’è la motogp di oggi lo comprendo benissimo, Casey the Best !

    • Durim

      22 luglio 2016 at 12:29

      Visto come è la motogp di oggi fa meglio a stare a casa? per fortuna non la pensano tutti come lui sennò la domenica non ci sarebbe niente da guardare. Ma per fortuna che non sono tutti come stoner !!!!

      • ueueue

        23 luglio 2016 at 23:05

        In tutto l’anno quante volte la ducati è stata davanti a Yamaha così in massa?

        quindi

        togli la pista con rettilinei da aeroporto,
        mettici due curve in piu, la tensione della gara..

        magari un cappuccino..

        ed ecco che si scacazza come prima..

        gran manico certo..ma fa la calzetta..

  5. supermariacion

    22 luglio 2016 at 13:39

    Si infatti mi chiedo come mai i pilti motogp non si siano ritrati da tuttto quello schifo….per poi fare i testa a casa di chi ti ha trattato male.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

MotoGP

MotoGP | Dati e statistiche del GP del Qatar

Sei diversi piloti hanno vinto la gara d'apertura della stagione: Rossi, Capirossi, Stoner, Lorenzo, Marquez e Vinales
Condividi su WhatsApp Questa sarà la quindicesima edizione del GP del Qatar, l’11esima in notturna. Il circuito di Losail ospita