MotoGP, Test Valencia Day 3: Marc Marquez “Al momento mi piace di più la moto 2014, ma c’è tempo per lavorare”

Il due volte campione del mondo della MotoGP ha ottenuto la miglior prestazione con la moto attuale

MotoGP, Test Valencia Day 3: Marc Marquez “Al momento mi piace di più la moto 2014, ma c’è tempo per lavorare”MotoGP, Test Valencia Day 3: Marc Marquez “Al momento mi piace di più la moto 2014, ma c’è tempo per lavorare”

Marc Marquez ha chiuso con il miglior tempo la tre giorni di test a Valencia, la prima in ottica 2015. Il due volte campione del mondo della MotoGP ha utilizzato per la maggior parte del tempo la nuova RC213V, ma alla fine la miglior performance l’ha trovata con la moto 2014, con il quale si trova meglio. Ecco cosa ci ha raccontato al termine delle prove.

Marc, hai provato sia ma moto nuova che quella attuale, quali sono le differenze principali e quale ti è piaciuta di più?

“Abbiamo girato tutto il giorno con la moto 2015 per provare a capirla meglio, visto che l’abbiamo potuta provare solo oggi, perchè lunedì avevamo un giorno libero e ieri è piovuto. Il carattere del motore, il forcellone e il posteriore non mi sono piaciuti, mentre altri parti mi hanno dato un feeling positivo.”

La Honda ha quindi un buon feedback sul quale lavorare in ottica test Sepang?

“Mi hanno detto che hanno raccolto dati positivi, quindi sanno dove lavorare per migliorare la moto. Cercheremo di fare un mix perfetto tra la moto attuale e quella 2015.”

Pedrosa ha provato un telaio diverso, pensi che possa aiutarti?

“Per il momento non l’ho provato perchè mi sento molto bene con la moto 2014, ma sicuramente in Malesia troveremo la nostra direzione e potremo provare anche il telaio di Dani.”

Cosa vuoi dire di qiuesta indimenticabile stagione?

“Ringrazio il Team e tutti i miei tifosi per questo indimenticabile 2014!”

Foto: Alex Farinelli

MotoGP, Test Valencia Day 3: Marc Marquez “Al momento mi piace di più la moto 2014, ma c’è tempo per lavorare”
Vota questo articolo
Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

4 commenti
  1. Stonami77

    13 novembre 2014 at 17:46

    Puoi sempre provare a vincere il mondiale 2015 con la moto 2014…

    • H954RR

      14 novembre 2014 at 10:17

      Ahahah vero e sono convinto che il Marc lo vincerebbe sicuramente anche con la moto “vecchia” !

      • Ronnie

        14 novembre 2014 at 19:29

        Seriamente parlando, la 2014 pesa 2kg in più, che si è visto regalano già 1 o 2 decimi al giro alla nuova Yamaha, altrettanto fa la nuova Honda da quel punto di vista, quindi sia Pedrosa sia Rossi e Lorenzo chiuderebbero il gap in molti circuiti.
        Sarebbe un mondiale più combatutto e incerto, ma correndo con la moto 2014, senza sviluppi per tutta la stagione, lo potrebbe portare anche a perdere secondo me.
        Già si vede quanto è caduto nella seconda parte di stagione andando comunque spesso molto più velocemente dei suoi avversari. Con questa moto 2014 sarebbe costretto ad andare sempre al limite per poter stare con gli altri, quindi sulla totale certezza avrei da ridire.
        Ciò non toglie che quest’anno si è dimostrato ampiamente superiore per 10 gare consecutive e comunque almeno superiore nel finale di stagione come velocità, un po’ meno dal lato tattico, in cui invece era stato perfetto con le prime 10 vittorie consecutive.

  2. Ronnie

    14 novembre 2014 at 19:37

    La Honda è andata avanti chiaramente correttamente nello sviluppo, i piloti, sia Marquez che Pedrosa hanno lamentato un po’ le stesse problematiche, ovvero che il motore che è migliorato ed è più potente, ha messo in crisi il telaio. Questo dovrebbe preoccupare i piloti Yamaha e Ducati, dato che per mettere in crisi telaio e forcellone la potenza non è aumentata di uno o 2 cavalli, inoltre è possibile anche che la diminuzione del peso minimo ha generato qualche scompenso, anche se è da un po’ di tempo che si sapeva.
    In ogni caso in Honda hanno portato avanti il lavoro li dove è più difficile poi correggere durante la stagione, dato che i motori sono quei 5 per tutta la stagione e sono piombati da subito per i team full factory e non si possono più toccare.

    Il telaio invece lo puoi sviluppare dopo, e soprattutto adattare agli penumatici che magari cambieranno ancora leggermente, come era successo dopo il test di Sepang della scorsa stagione.
    Quindi dal punto di vista del tealio si è sempre un po’ costretti a rincorrere, e proababilmente siccome ci sono anche quei 2kg in meno qualcosa sugli pneumatici va fatto, per adattarli maggiormente alla diminuzione del peso complessivo minimo della moto.

    In poche parole per quanto abbiano lavorato bene in Yamaha e anche se porteranno il nuovo seamless in pista, se in Honda sapranno risolvere ogni problema di telaio e forcellone, avranno comunque un vantaggio dato dal fatto che la loro moto credo risulterà forse ancora più difficile da seguire e superare sui rettilinei e in accelerazione.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati