MotoGP: Nuova categoria per la Top Class, la Factory 2, di cui farà parte la Ducati

La decisione arrivata dopo lo switch della Ducati da Factory ad Open

MotoGP: Nuova categoria per la Top Class, la Factory 2, di cui farà parte la DucatiMotoGP: Nuova categoria per la Top Class, la Factory 2, di cui farà parte la Ducati

La MotoGP dovrebbe prevedere una nuova categoria, la Factory 2. Questa si sarebbe resa necessaria dopo che la Ducati ha optato per la soluzione “Open” per tutte e quattro le sue moto, sia quelle del team interno di Andrea Dovizioso e Cal Crutchlow, che quelle del Team Pramac di Andrea Iannone e Yonny Hernandez.

L’obiettivo è quello di garantire privilegi a chi ha scelto la categoria Open (12 motori contro i cinque delle Factory, 24 litri contro i 20, una gomma extra-morbida e la possibilità di sviluppare la moto durante la stagione), ma non ha una struttura ufficiale come quella delle Ducati.

Sembrerebbe questa una risposta alla Honda, che nei giorni scorsi tramite il Team Principal Livio Suppo aveva espresso tutti i dubbi del caso. La classe Open secondo la casa di Tokio sarebbe infatti nata per contenere i costi e non per permettere a chi è indietro di recuperare terreno sulle altre concorrenti.

E’ stato Carmelo Ezpeleta, CEO di Dorna a proporre la Factory 2. “Da martedì 11 marzo ci sarà una terza strada: Factory 2, quella intrapresa dalla Ducati. Ha le stesse condizioni delle moto Open, ma se otterrà tre terzi posti, due secondi o un primo avrà un serbatoio da 22,5 litri invece di 24 e nove motori invece di 12. La FIM e la Dorna hanno presentato la proposta alla Commissione Grand Prix e la FIM, Dorna, IRTA e MSMA stanno per approvarlo.”

MotoGP: Nuova categoria per la Top Class, la Factory 2, di cui farà parte la Ducati
Vota questo articolo
Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

38 commenti
  1. ligera

    6 marzo 2014 at 16:26

    Ecco dove si sta giungendo, al cambio delle regole in corso d’opera.

    Perchè? Perchè la Honda si è lamentata, non perchè la scelta della Ducati non fosse ammessa o non fosse possibile anche per Honda (e Yamaha).

    Possibile che ogni volta che i Giapponesi si fanno venire i lacrimoni, la Dorna (Ezpeleta) si debba calare le braghe?

    Questi sono favoritismi, altro che quelli della Ducati.

    Suppo diceva che se ne doveva parlare, lo hanno fatto e con quale celerità si sta cercando di limitare la Rossa che a suo rischio ha intrapreso una strada controcorrente.

    Cosa accadrà se sarà Aleix Espargaro ad ottenere i risultati sopra descritti? Anche la M1 Open otterrà delle limitazioni?

    Lo scrivo perchè si parla di tutte e quattro le Ducati e non solo delle 2 del team Factory, inoltre cosa si pensa, che la M1 Open sia sviluppata dal team di Espargaro senza l’intervento della Yamaha?

    Va beh andiamo avanti e aspettiamo la prossima limitazione.

    • H954RR

      6 marzo 2014 at 16:43

      Ciao ligera, su sto punto non sono tanto d’acordo, come ho scritto nell’altro post ti ricordi quando nel 2012 a moto fatte finite e pronte poco prima di iniziare il campionato cambiarono il regolamento sul peso minimo della moto alzandolo di 5 kg o di quando sia il mitico Casey e Dani non volevano il cambio della gomma a stagione in corso che sull’RCV non andava bene perchè provocava tanto chatter ma glielo hanno imposto comunque e anche se si erano opposti hanno dovuto cedere e accettare in silenzio ?
      Sul discorso che Honda ha potere e voci grosse in capitolo sono d’accordo ma che comandino loro credo sia più una credenza popolare piuttosto che una realtà.
      Ma da Hondista, comunque, penso che se un regolamento è valido e puo essere scelto da chiunque perchè non lo accettano anche loro ?
      Perchè non passare tutti alle open se grazie al tipo di regolamento si possono fare moto più performanti e più competitive ?
      Su questo punto non capisco l’astio di Honda per non optare a questa scelta e non approvo la loro polemica.
      Alla fine se sei il migliore e il regolamento è valido ed è uguale per tutti vinci lostesso, quindi non li capisco, mah robe loro.

      • ligera

        6 marzo 2014 at 17:51

        Ciao H, è un po che non si chiacchiera.

        In effetti è vero, ma la modifica di peso (4 Kg e non 5 mi pare), fu fatta per compensare maggiormente il divario prestazionale delle CRT.
        Il cambio di pneumatico del 2012 (che anch’io ritengo scandaloso), si fece perchè 2 su 3 diedero parere favorevole, anche se poi ci si accorse che in Ducati sarebbe stato meglio restare con la versione precedente.

        Comanda Ezpeleta, non c’è dubbio, ma la Honda è accontentata ogni volta che si può.

        La Honda ha tra le mani un gioiello che vince anche perchè hanno sviluppato dei controlli elettronici di primordine. Togli l’elettronica ed ecco spuntare una moto normale e se la Honda dipende in maniera determinante dall’elettronica, la stessa cosa non vale per la Yamaha, molto meno elettrodipendente.

      • H954RR

        6 marzo 2014 at 18:54

        Wela ligera, i kg mi sembravano 5 ma puo darsi che fossero 4, non mi ricordo, quando avrò un po di tempo proverò a vedere se c’è in giro qualcosa a proposito.
        Che comanda carmelito è palese e qualche accontentino alla Honda come a qualcun’altro ogni tanto glielo danno, un po per uno non fa male a nessuno ahahahah, però se ti ricordi quanti anni le RCV hanno avuto il chatter cronico per le gomme che non gli andavano bene e anche se chiedevano gomme diverse gli davano picche, li più che Honda è carmelito che decide chi deve vincere e a chi penalizzare, ad esempio nel 2012 tutto fatto ad opera per non riproporre il dominio come nel 2011 del mitico, vero o no ?
        E credo che sull’RCV non è solo l’elettronica a fare la differenza, alla fine la potenza del motore è più roba meccanica mentre l’elettronica fa più da gestione per erogazione, almeno penso io.
        Ciao.

    • Bestlap

      6 marzo 2014 at 18:40

      Questa è la palese dimostrazione della gigantesca coda di paglia della dorna, che è stata presa con le dita nella marmellata.. Tardivo ripensamento che aggiunge casino al casino…

    • Bestlap

      6 marzo 2014 at 18:41

      Avevo predetto che ci sarebbero stati problemi ed eccoli puntuali….

  2. ligera

    6 marzo 2014 at 16:34

    “se otterrà tre terzi posti, due secondi o un primo”

    La Ducati sta facendo così paura?
    Non vogliono proprio che vinca, perchè basta una sola vittoria per fare scattare il trappolone.

    Troppi punti uguale limitazione, ma se poi non andrà più a podio, leveranno le limitazioni?

    La Ducati non deve avere la possibilità di fare punti che la mettano in corsa per il mondiale, quello deve essere un affare a 2 tra Honda e Yamaha.
    Questo, a mio parere è uno scandaloso favoritismo.

    Deve essere una moto Giapponese (perchè sono loro ad avere soldi e potenzialità) e deve esserci un pilota Spagnolo (connazionale del, mai troppo amato Ezpeleta).

    Leggiamo ora se ci saranno altri commenti contro le modifiche in corso d’opera, perchè di questo si tratta.

    • Ronnie

      6 marzo 2014 at 16:43

      Secondo me era prevedibile che prima o poi qualcuno si sarebbe lamentato, è successo solo prima del previsto visto le mosse di Yamaha prima e Ducato poi, stanno solo mettendo le mani avanti :)

      Secondo me ora come ora non c’è pericolo che la Ducati vinca una gara o ottenga così tanti piazzamenti a podio, servono condizioni molto particolari in cui si stendono o hanno gorssi problemi i piloti factory.

      Comunque 22.5 al posto di 20 resteranno un gran vantaggio, ricordati che Ducati finiva le gare con 21 litri la scorsa stagione, resteranno comunque avanti e avranno comunque motori in più e spazio per lo sviluppo.

      Era ovvio che facendo categorie simili finivano a fare delle buffonate tipo Superbike, in cui i regolamenti continuano ad adattarsi in base a quanto vinca o non vinca la Ducati 1200cc.

      Secondo me serviranno un po’ di gare prima che in Ducati cambi effettivamente qualcosa, vedremo, ma secondo me la moto non è ancora in grado di competere con Honda e Yamaha in frenata, ingresso e percorrenza curva, quindi non vedo come possano impensierire i piloti Honda e Yamaha.

      • ligera

        6 marzo 2014 at 18:02

        La Ducati non è ancora una moto che può vincere dei GP, ma con lo sviluppo dei propulsori, il divario può essere colmato più facilmente.
        Le Factory sono ancora avvantaggiate proprio a causa dell’elettronica che aiuta i piloti istante per istante.
        Ciabatti sostiene che in Honda si stanno preoccupando per le loro Open, non per le Factory.

        Non saprei quantificare, ma 22.5 rispetto ai 24 non è poco e finire i GP con un litrozzo nel serbatoio, secondo me poteva dipendere dal fatto che, una volta stabilizzate le posizioni, i consumi erano ulteriormente limitati (qui sto andando a braccio).

        Ciabatti è stato chiaro al riguardo, i regolamenti sono in vigore già da diversi mesi.

        Ciabatti sostiene che in Honda si stanno preoccupando per le loro Open, non per le Factory.

      • Ronnie

        7 marzo 2014 at 10:03

        Eh non so ligera si stanno lamentando per le Open di Honda? siamo sicuri? allora perchè prendersela se ottengono grandi risultati da podio contro le factory. Honda si sta lamentando si da una parte perchè loro avevano fatto qualcosa low cost che ora se non evoluta nessuno vorrà, ma stanno limitando la competitività delle Open nei confronti delle factory.

        Non so esattamente quanto valgano quei 24 litri, o i 22.5, secondo me ci saranno gare in cui non partono nemmeno con 24 litri perchè sono troppi e la moto risutla comunque più pesante e meno maneggevole ad inizio gara.

        Io non so negli ultimi anni quanto fosse un problema di carburante e quanto fosse un problema di penuamtici, difficile capire quale sia la soglia, se un pneumatico che dura l’esatta distanza di gara. Più potenza vuol dire anche più consumo e surriscaldamento del pneuamtico non so la butto li bisognerà vedere che cosa fornisce Bridgestone ma quei litri in più che aumentano il peso della moto e permettono più potenza sull’arco di una gara, potrebbero anche mettere in crisi di più i pneumatici.

    • Stonami77

      7 marzo 2014 at 14:30

      Non credo che la Ducati faccia “paura”, è chiaro che l’armata Honda e la corazzata Yamaha non possono temere la Ducati, almeno per quest’anno..secondo me il vero pericolo è che considerato che la MotoGp ha un futuro “totally Open”, ci si preoccupa che la Ducati possa avere una base di partenza nettamente avantaggiata per l’anno prossimo..con Lorenzo sulla moto Italiana..

  3. ligera

    6 marzo 2014 at 17:39

    La “Ducati” esprime la propria opinione.

    Paolo Ciabatti, Direttore del Progetto MotoGP.

    “Non ci sembra di avere mai tenuta segreta la nostra decisione e i suoi motivi”.
    “Ci siamo semplicemente attenuti al regolamento che offriva due opzioni e abbiamo scelto quella per noi meno restrittiva, considerando il lavoro che dobbiamo fare”.

    Open categoria poco costosa.
    “Vorrei capire dove è scritto che la Open sia una categoria ‘low cost’. Capisco invece le preoccupazioni del promoter che con un software unico vuole evitare fughe verso l’alto da parte dei costruttori che hanno per forza di cose più risorse tecniche e finanziarie. Il suo intervento è indirizzato a far sì che l’elettronica non abbia costi insostenibili per i team cosiddetti privati, in modo da non svantaggiarli”.

    “Noi ci atteniamo a un regolamento pubblicato mesi fa e non c’è scritto da nessuna parte che la Open sia riservata ai ‘privati’. In verità, anzi, per come sono scritte le regole, l’eccezione non siamo noi ma i team Factory, che possono sviluppare un proprio software sottostando a limitazioni per carburante e motori”.

    Elettronica, Open troppo evoluta?
    “Anche in questo caso gli accordi erano chiari e se ne è parlato in tutte le riunioni. Il software unico è un prodotto in continua evoluzione e chiunque lo usi può fare richiesta di particolari aggiornamenti. Tocca a Dorna valutare la fattibilità delle modifiche e accettarle. Le condizioni sono che se l’aggiornamento non è di carattere generale i costi sono a carico di chi ha fatto la richiesta e inoltre viene messo a disposizione di tutti. Non mi sembra ci sia nessuna sorpresa era tutto chiaro dall’inizio”.

    Factory 2
    “La MSMA ci ha informati di questa proposta che ci è arrivata da pochissimo tempo. Stiamo ancora valutandone tutti gli aspetti, per il momento non possiamo dire come potrebbe influire, anche da un punto di vista tecnico, questo cambiamento”.

    Gli avversari temono la Ducati?
    “Non credo che siano preoccupati delle nostre prestazioni per i loro team ufficiali, piuttosto per quelli Open che usano le loro moto. Ci ha fatto comunque piacere avere avuto riscontri positivi sia nei test di Sepang 2 che in quelli di Phillip Island. Il nostro obiettivo è quello di tornare protagonisti, i piloti sono fiduciosi ma sappiamo che abbiamo ancora problemi da risolvere, come quello del sottosterzo”.

    • Raphael

      7 marzo 2014 at 06:46

      Ci voleva Paolo Ciabatti per avere risposte ai miei quesiti!
      Comunque il mondo delle competizione motoristiche è andato fuori di testa a tutti i livelli, stanno usando questo sport, in quasi tutte le categorie, moto e auto, come un giocattolo per bimbiminkia.

  4. enea

    6 marzo 2014 at 17:45

    Che teste di caxxo sti jappodorna.
    Sono al 100% con ducati, spero che non cambino regole in corso d’opera.

    EneA

  5. fatman

    6 marzo 2014 at 18:11

    …ahahahahahahahahah…che tristezza, aspettiamoci pure la Moto 2,5 ahahahahahahah…meno male che su Italia2 fanno vedere il cross…

    • ligera

      6 marzo 2014 at 18:17

      Appppproposito di gare in chiaro, da qualche parte ho letto che almeno 8 gare della MotoGP saranno trasmesse in chiaro dall’emittente “cielo”.

      Hai notizie a tal proposito?

      • fatman

        6 marzo 2014 at 18:27

        …hai sentito bene…la prima, l’ultima, le gare “italiane” e circuiti storici tipo Assen e Laguna…se me le guardo (mi stanno rompendo le palle il cambio di regolamenti e gran parte di quello che gira nel paddock) le vedro’ in streaming…magari in lingua inglese…almeno non mi cucco Meda Man ahahahahahahah!!!

      • ligera

        6 marzo 2014 at 19:03

        Grazie mille, finalmente si riesce a sapere qualcosa.
        Per le rimanenti, ho la speranza di riuscire a vederle di straforo su alcuni siti che tempo fa trasmettevano anche le prove (quando ancora non andavano in onda in chiaro.

      • ligera

        6 marzo 2014 at 19:08

        Io purtroppo li ho tolti dalla memoria, ho mantenuto solo “live tv” per vederle in streaming.
        Se hai dei siti migliori e hai voglia di rendermi partecipe….

        Grazie ancora.

      • valefumi

        6 marzo 2014 at 19:26

        Se ho letto bene su “Cielo” danno solo delle sintesi in differita e non l’intero GP.

      • fatman

        6 marzo 2014 at 20:00

        @valefumi

        …magari cambieranno le carte in tavola ma su questo link parlano di diretta:

        http://www.insella.it/news/motogp-tv-le-gare-chiaro-che-sky-trasmettera-su-cielo

        @ligera

        non Laguna ma Indianapolis…le altre gare sono ancora da definire (checche’ ne dica il link)…ci sono le gare Italiane e ci dovrebbe essere Assen oltre Brno…di piu’ non so…i siti te li mandero’ appena posso, son fuori citta’ per lavoro…ciao!!!

      • enea

        6 marzo 2014 at 22:16

        Ligera

        Su http://www.roja*****a.me/ vedrai qualsiasi cosa riguardi qualsiasi sport… hehehe ;)

        EneA

      • ligera

        7 marzo 2014 at 17:10

        Ciao enea.

        Ci ho provato cliccando direttamente dal tuo post, ma mi dice che il sito non è raggiungibile.

        Sto sbagliando qualcosa io?

      • enea

        7 marzo 2014 at 20:34

        Cerca rojadirecta.me

        EneA

  6. bcs

    6 marzo 2014 at 19:23

    ASSURDO!

    Prima hanno rovinato le classi cadette!
    Adesso passano alla top class!

    Ch

  7. bcs

    6 marzo 2014 at 19:25

    ASSURDO!

    Prima hanno rovinato le classi cadette!
    Adesso passano alla top class!

    Che mega buffonata che sta diventando….

  8. Durim

    6 marzo 2014 at 19:56

    Bah..Negli ultimi 10 anni ci sono stati così tanti cambiamenti, dalle cilindrate, alla formula della qualifica, al monogomma, all’introduzione di CRT, le Open ecc..Sempre peggio e sempre meno interessante

  9. nandop6

    7 marzo 2014 at 09:16

    La DORNA vuole un campionato tutto open ma è andata oltre con il regolamento favorendo troppo quest’ultime, moto factory con 12 motori, 24 litri di carburante, solo la centralina penalizza la prestazione ma anche questa fino ad un certo punto visto che può essere sviluppata dalle case e messa a disposizione di tutte le open senza contare che potranno sviluppare i motori durante il campionato e fare test.

  10. nandop6

    7 marzo 2014 at 09:19

    valefumi .

    Se ho letto bene su “Cielo” danno solo delle sintesi in differita e non l’intero GP

    Dovrebbero far vedere su cielo le 8 gare in diretta mentre le altre gare in differita, tutta la gara MotoGP e la sintesi delle classi minori.

    • n75

      7 marzo 2014 at 11:11

      Su Cielo daranno sempre sintesi di moto3 e moto2, e repliche di motoGP, tranne per 8 gare (tra cui prima e ultima) che saranno trasmesse in diretta. Non ho capito però se per queste in diretta farann vedere anche moto2 e moto3.

  11. testoner

    7 marzo 2014 at 13:44

    sintetizzo il tutto con poche parole…. dicono che devono assolutamente abbasare i costi e invece da quando ci sono òe 4t si cambia quasi ogni anno e addirittura in corso….. un altra cosa….. e’ tutto una porcheria!!!!!!!!!!! nn do merito ai giapponesi ma tanto demerito alla federazione italiana che nn conta piu’ un k@zzo!!!! e pensare che i furbi e i geni dei motori eravamo noi…..

  12. ligera

    7 marzo 2014 at 17:29

    Nell’articolo, non è specificato se i risultati (3 terzi, 2 secondi ecc.) vanno considerati per singolo pilota oppure per team o addirittura per marca.

    La Ducati ha 2 Factory e 2 clienti, ma dei 2 clienti, uno (Iannone) ha la stessa moto dei piloti Factory.

    La Yamaha di Aleix e di Colin verrà considerata Factory 2 oppure no visto che il software è prodotto dalla Ducati?

    Mi spiego:
    la penalizzazione verrà data ad un pilota quando raggiunge quei limiti, oppure verranno penalizzate tutte le moto dei quella marca o tutte le moto di quel team?

    Oppure verranno penalizzate tutte anche se i 3 terzi (ad esempio) saranno ottenuti da 3 piloti diversi?

    Già stanno facendo una cosa vergognosa (a mio parere), ma se procedono di questo passo (cioè scrivere il regolamento a “braccio”), c’è il serio rischio di aggiungere confusione alla confusione, andando a penalizzare piloti che non c’entrano nulla, come ad esempio Colin Edwards che, sino ad ora sta ottenendo prestazioni nettamente inferiori a quelle di Aleix.

    Nel caso una Ducati dovesse vincere una gara delle prime solo per un macroscopico colpo di fondo schiena, sarebbe giusto penalizzarla ugualmente?

    Casino su casino.

    • fatman

      7 marzo 2014 at 18:01

      …la storia e’ quaesta: se Dovi dovese vincere una gara, magari sul bagnato, anche di “sedere”, la Ducati come casa avra’ la penalizzazione…quindi tutti quanti…se puo’ vincere uno possono farlo anche gli altri…le cazz@t@ Dorna&C…

    • fatman

      7 marzo 2014 at 18:03

      …si vede che ho lo smartphone della ditta…tasti talmente piccoli che sbaglio due parole su tre…vabbe’ che ho le dita che sembrano mandrini di un trapano, pero’…

  13. amatoriale

    8 marzo 2014 at 05:22

    LE DIRETTE DEL MOTOGP

    Sky ha ribadito oggi in TV che trasmetterà tutta la MotoGP su Cielo ma solamente Otto gare in diretta le restanti 10 saranno trasmesse complete ma in differita di TRE ORE cioè trascorse le tre ore dalla diretta inteso. Saranno trasmesse anche Le moto inferiori ma sintesi delle stesse non complete.-

  14. amatoriale

    8 marzo 2014 at 05:33

    HONDA LAMENTONA
    La Honda Open teme Ducati e tra un’anno anche la factory perché con tale regolamento la Ducati potrà sviluppare e rielaborare piu’ motori portandoli sino al limite di sviluppo cio’ che ad Honda non è mai riuscito primo perché i loro motori nn sopportano troppo le evoluzioni la Honda vive sulla elettronica propria e sullo sviluppo della stessa se gli viene meno non vincerebbe piu’ un mondiale.. come succede in SBK e come è successo tempo addietro perché Ducati Aprilia ed MV sono migliori nello affidabilità del motore e nel raggiungere le max. velocità senza aiuto dell’elettronica vedrete quale sara tra nn poco la moto piu’ veloce delle Gp quale sarà….

  15. Dario

    8 marzo 2014 at 21:43

    Sta MotoGP scusate hondagp e’ diventata proprio una cagata…non ci si capisce piu’ nulla w la sbk! Per ora poi rovineranno anche quella

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati