Moto2 Barcellona, Prove Libere 1: Luthi è il più veloce

Lo svizzero del Team Interwetten-Paddock davanti ad Espargarò e Redding

Moto2 Barcellona, Prove Libere 1: Luthi è il più veloceMoto2 Barcellona, Prove Libere 1: Luthi è il più veloce

I piloti della classe Moto2 hanno chiuso la mattinata della prima sessione di prove libere del Gran Premio di Catalunya, quinta tappa del motomondiale 2012 che si disputerà domenica sul tracciato di Montmelò.

A realizzare il miglior tempo è stato il vincitore di Le Mans Thomas Luthi. Lo svizzero del Team Interwetten-Paddock ha fermato il cronometro sul tempo di 1:46.597, staccando di oltre mezzo secondo Pol Espargarò, attuale leader della classifica iridata.

Il pilota del team Pons 40 HP Tuenti precede la Kalex del britannico Scott Redding (Marc VDS Racing Team), la Speed Up del francese Mike di Meglio e il francese Johann Zarco, pilota del Team JiR Moto2 che ha girato in 1:47.756.

Chiudono la Top Ten lo spagnolo Esteve Rabat (Pons 40 HP Tuenti), il sammarinese del Team NGM Mobile Forward Racing, Alex De Angelis, lo svizzero Dominique Aegerter (Technomag-CIP – 1:47.875) e il nostro Claudio Corti, in sella alla Kalex del Team Italtrans, sul podio a Le Mans.

Undicesima e dodicesima posizione per Toni Elias (lo scorso anno in MotoGP con la Honda del Team LCR) e Marc Marquez, secondo in classifica iridata (è un punto dietro al connazionale Espargarò); lo spagnolo del Team CatalunyaCaixa Repsol precede il connazionale Axel Pons e un Roberto Rolfo in ripresa, quattordicesimo e davanti al romano dello Ioda Racing, Simone Corsi.

Più indietro Andrea Iannone, ventesimo con la Speed Up del Team Speed Master. Il pilota abruzzese ha girato in 1:48.588, a 1.991 dalla prima posizione di Thomas Luthi.

Prove Libere 1 Le Mans - GP di Francia - I tempi

Pos Num Pilota Moto Team Tempo Gap

Risultati non ancora disponibili.


Le Mans - GP di Francia - Risultati Prove Libere 1

Clicca qui per entrare nella sezione Risultati e vedere tutte le statistiche

Leggi altri articoli in Moto2

Lascia un commento

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati