MotoGP: Casey Stoner “La Honda mi ha dato credibilità”

MotoGP: Casey Stoner “La Honda mi ha dato credibilità”MotoGP: Casey Stoner “La Honda mi ha dato credibilità”

L’iridato 2011 MotoGP Casey Stoner, intervistato da MotoSprint, ha voluto dire la sua sul passaggio dalla Ducati alla Honda. L’australiano due volte campione del mondo (nel 2007 aveva vinto con la Ducati) ha voluto sottolineare come il passaggio alla moto giapponese gli abbia dato maggiore credibilità. L’ex pilota delle classi 125cc e 250cc ha anche risposto a Valentino Rossi, reo di aver sminuito le sue vittorie.

“Tutto è cambiato molto rapidamente – ha detto Stoner – Negli anni precedenti c’era diffidenza da parte dei media e in genere molto scarsa considerazione per quello che stavo facendo e lo sforzo stavo mettendo in atto. Ma poi Valentino ha cambiato moto: ha preso quella che avevo avuto per quattro anni, mentre io ho preso la moto dei miei sogni per mostrare cosa sono in grado di fare. Questo cambiamento di situazioni mi ha permesso di far capire a tutti che avrei potuto lottare per il titolo anche negli anni precedenti e che avrei potuto vincere almeno un altro titolo.

Valentino (Rossi) sta cercando di sminuire quello che è stato fatto da me, dalla mia squadra e dalla Honda lo scorso anno. Non è vero che la Honda ha speso tanti soldi, perché non è una società di persone stupide. Non aveva senso di investire molto su una moto, la 800cc, sul punto di andare in pensione, mentre nel frattempo la 1000cc era in fase di sviluppo. È un dato di fatto che la Honda nel 2011 non ha fatto molto più del solito e la prova è che la moto 2011 non era così diversa da quella del 2010, fatta eccezione per il cambio. Inoltre, la mia moto è rimasta praticamente la stessa in tutta la stagione. La verità è che la Honda aveva già una buona moto, anche prima del mio arrivo: Semplicemente c’era bisogno di nuove forze provenienti dall’esterno, forze fresche in grado di fare la differenza.”

Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

52 commenti
  1. Stilix

    29 gennaio 2012 at 22:13

    Come sempre, in buona parte, c’è sempre la “rissa da bar” sui vari beniamini. Premesso che tifo Rossi (ma nache il dovi e gli altri italiani)vorrei dire alcune cose!) quando Rossi disse che Stoner non aveva sviluppato la rossa aveva ragione. Stoner è un fenomeno che riesce ad andare forte con qualsiasi cosa, e per questo la Ducati non ha sviluppato al meglio la moto. Quando è arrivato un campione come Vale e hanno visto che non cavavano un ragno dal buco hanno rivoluzionato tutto. Soner nel 2007, oltre ad essere un gran manico, aveva il “gommino” dedicato ed una moto che andava più forte delle altre.

  2. Stilix

    29 gennaio 2012 at 22:20

    Che la honda fosse un gran bella moto si era già visto nel 2010, se Dani non si fosse infortunato avrebbe potuto lottare per il campionato. Non credo a quello che dice Stoner riguardo alla sua moto. Si è visto chiaramente che tutte le Honda questo anno andavano più forte della yamaha, e se non ci fosse stato quel grande di Lorenzo avrebbero fatto tutto il podio molto spesso. I piloti migliori vincono sempre con le moto migliori, il resto sono discorsi. Spero solo che quest’anno anche vale sia della partrita e di vedere tante belle gare e vinca il migliore

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati

MotoGP

MotoGP | Dati e statistiche del GP del Qatar

Sei diversi piloti hanno vinto la gara d'apertura della stagione: Rossi, Capirossi, Stoner, Lorenzo, Marquez e Vinales
Condividi su WhatsApp Questa sarà la quindicesima edizione del GP del Qatar, l’11esima in notturna. Il circuito di Losail ospita