MotoGP: Livio Suppo e Wilco Zeelenberg “Stoner ha fatto la differenza”

di

Condividi su Facebook Pubblica su Twitter Condividi su Google+
MotoGP: Livio Suppo e Wilco Zeelenberg “Stoner ha fatto la differenza”

Che il 2011 di Casey Stoner sia stato a dir poco fantastico nessuno lo mette in dubbio; 10 vittorie, 12 pole position e 16 podi, numeri che parlano da soli. L’australiano ha surclassato la concorrenza, ecco cosa ne pensano il suo team manager in HRC Livio Suppo (che lo segue sin dal debutto sulla Ducati) e Wilco Zeelenberg Team manager della squadra di Yamaha di Jorge Lorenzo.

“E’ sempre difficile fare classifiche tra i piloti di varie epoche – ha detto Livio Suppo ospite dello Stand Gazzetta al MotorShow – Ogni pilota va relazionato alle stagioni di cui si sta parlando. Casey quest’anno è stato mostruoso: ha fatto 16 podi su 17 gare e l’unica volta che non ci è riuscito è stato perchè Valentino lo ha steso, quindi lui non ha fatto nessun errore in gara ed è stato costantemente molto veloce. E’ stato bravo a controllare le gare in cui sapeva di non poter vincere, quindi ha fatto un lavoro perfetto. Se tu guardi Casey dal 2006 ad oggi, cioè da quando ha debuttato in MotoGP, è il pilota che ha vinto più gare nella classe regina, ma anche l’unico ad aver conquistato due mondiali oltre a Valentino. Per questo penso che sia il più forte di questo lasso di tempo.”

“La Honda ha fatto un grande passo alla fine della scorsa stagione (2010) e quest’anno (2011) hanno avuto questo nuovo sistema al cambio che li ha resi molto competitivi – ha detto Zeelenberg a MCN – Poi la Honda ha preso Casey (Stoner) e non posso dire nulla di nuovo su ciò che ho già detto. Ha molto talento e può guidare la moto al limite in ogni situazione. La presenza di Casey ha fatto si che tutti gli altri piloti Honda andassero più forte perché il limite era più elevato. Yamaha ha fatto un grande sforzo per migliorare la moto ma non siamo riusciti a migliorare così tanto, così questo ci ha dato meno opportunità di vincere le gare. Il grande cambiamento è che Casey con la Honda ha alzato il livello. Sapevamo che la Honda aveva fatto un passo lo scorso agosto a Brno, perché Jorge (Lorenzo) anche allora ci aveva avvisato ed aveva sollecitato la Yamaha a fare un passo avanti. Per fare questo passo abbiamo la nostra filosofia e non si può cambiare troppo altrimenti si rischia di fare quello che è successo alla Ducati. La moto era ancora in grado di lottare per il campionato, ma la Honda era davvero forte quest’anno con Casey. Per me al momento i due “ragazzi” che sono un passo avanti rispetto a tutti sono Casey e Jorge. Dani a volte è spettacolare e veloce, ma i due “ragazzi” da battere in MotoGP secondo me sono Casey e Jorge. Questo è abbastanza chiaro e Jorge è in grado di battere il resto dei piloti.”

Alessio Brunori

13th dicembre, 2011

Tag:, , , , , , , , , , ,

Lascia un commento

Devi eseguire il login per pubblicare un commento.

Orari GP Valencia - 12/11/2017

GP Valencia 2016

Guarda i risultati e le classifiche

Classifiche Motomondiale

Classifiche Team Motomondiale

Classifiche Factory Motomondiale



Classifica Superbike

Foto Random MotoGP
Foto Random Pit Girls

Sondaggio

Chi è il favorito al titolo 2016 della MotoGP?

Visualizza Risultati

Loading ... Loading ...
Facebook
Copyright © Motorionline S.r.l. - Dati societari - P.IVA 07580890965
Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Milano in data 20/01/2012 al numero 35
Direttore Responsabile : Lorenzo V. E. Bellini