MotoGP Motegi: Valentino Rossi “Mi sono trovato nel posto sbagliato al momento sbagliato”

MotoGP Motegi: Valentino Rossi “Mi sono trovato nel posto sbagliato al momento sbagliato”MotoGP Motegi: Valentino Rossi “Mi sono trovato nel posto sbagliato al momento sbagliato”

E’ durato solo due curve il Gran Premio del Giappone di Valentino Rossi. Il pilota della Ducati è infatti caduto toccando anche Spies che è andato nella ghiaia. Viste le penalizzazioni per partenza anticipata di Dovizioso e Simoncelli e il passo mostrato nel warm up, questa poteva essere una grande gara per il pesarese che è ovviamente rammaricato. A lui il microfono.

“Uscire dopo due curve è un vero dispiacere, soprattutto dopo un fine settimana in continua progressione e consapevoli di aver lavorato bene sulla moto. questa mattina nel warm-up ero quarto, avevo la possibilità di tenere il passo di 1’46 alto in gara e penso che anche la nostra scelta di gomme, dura dietro e morbida davanti, fosse valida. Considerando poi i guai che hanno avuto Stoner, Simoncelli e Dovizioso, avremmo tranquillamente potuto lottare per il podio, che per noi sarebbe stato molto importante. Siamo stati un po’ sfortunati, purtroppo alla prima curva Lorenzo è andato leggermente sull’erba e alla curva successiva si è spostato rapidamente per impostare bene la traiettoria. Io era un po’ dietro, non mi ha visto e mi ha toccato spingendomi contro Spies che, a sua volta, ha toccato la mia leva del freno. Un normale contatto di gara, mi sono trovato nel posto sbagliato al momento sbagliato. Comunque qui abbiamo fatto un bel lavoro sulla moto e siamo stati più competitivi del solito. E’ un periodo impegnativo per noi ma speriamo di essere sulla buona strada.”

Leggi altri articoli in MotoGP

Lascia un commento

23 commenti
  1. LOL

    2 ottobre 2011 at 11:38

    Non credo che Rossi si sia trovato nel posto sbagliato al momento sbagliato. In questa stagione motociclistica ci sono due cose deludenti, la prima è la Ducati che ha costruito una moto non competitiva su qualsiasi fronte, mentre la seconda è Valentino Rossi che oltre a lamentarsi, cerca anche delle scuse dicendo frasi del genere.
    A mio parere Rossi dovrebbe fare un mea culpa e scusarsi con chi spera ancora in una sua vittoria in questo campionato (dubito che possa arrivare). Non sopporto di vedere un pilota che non si concentra in gara e che usa delle scuse inutili per far ricadere la colpa su altri fattori.

  2. lemmy

    2 ottobre 2011 at 11:58

    Scuse scuse scuse! ecco cosa sta facendo rossi da inizio anno! sa solo accampare scuse x ogni cosa!

  3. bibo

    2 ottobre 2011 at 12:35

    stavolta rossi penso sia stato onesto
    non so dove potesse andare
    non poteva svanire nel nulla
    detto da me che sono molto critico nei confronti di valentino…..

  4. UccioNE

    2 ottobre 2011 at 13:29

    Bibo,

    Io sò dove potrebbe andare Rossi… come si dice dalle mie parti “a raccogliere pere nei campi” oppure ” a mundà al rìss come una mondina nelle risaie”

  5. pino

    2 ottobre 2011 at 14:21

    TI SEI QUASI SEMPRTE TROVATO NEL POSTO GIUSTO AL MOMENTO GIUSTO, SE PER UNA VOLTA E’ ANADATA DIVERSAMENTE NON E’ COLPA DI NESSUNO.

  6. mauro

    2 ottobre 2011 at 16:38

    “ha toccato la mia leva del freno”
    ragazzi, ma dopo i fattacci di barcellona 2006 (dove alla prima curva ci fu quella moltitudine di piloti che andò in terra, per via del fatto che gibernau toccando la leva del freno di capirossi, lo aveva buttato in terra, causando gli incidenti successivi alla prima curva) non si doveva porre un rimedio a questa cosa?? bella la soluzione trovata…dopo 5 anni accade ancora la stessa cosa…mba..

  7. redpassion

    2 ottobre 2011 at 18:32

    la sfortuna perseguita valentino e la sua rossa ,oggi si poteva concretizzare un bel podio alla faccia di stoner che non andava cosi forte come nelle prove ..anzi sono super felice che cammomillo ha vinto ne avevo le tasche piene di quel numero 27…forza vale non vedo l’ora di vedere quelle staccate al limite ,e tutto il resto che corre in gp2

  8. paovox

    2 ottobre 2011 at 20:01

    Una cosa è certa senza Valentino competitivo, la motoGP è diventata una noia.
    Rivogliamo i duelli con Lorenzo e Stoner, poi vinca il migliore, ma vogliamo vedere la lotta.
    Senza Valentino su una moto competitiva non è più lo stesso sport.

  9. marco

    2 ottobre 2011 at 20:07

    “oggi potevo andare a podio” , le barzellette le sa raccontare, allora in partenza ha fatto la stessa cosa di dovi.sic, e crutchlow cioè partenza anticipata, alla prima curva ha toccato hayden , alla seconda ha toccato lorenzo che era davanti, rimbalzando ha buttato fuori spies. questi i fatti . quale podio ??? se non fosse caduto avrebbe scontato la penalità come gli altri.

    p.s. neanche nei sogni più perversi del sic c’è tanta carne al fuoco.

  10. MAAXXX (tifoso Ferrari moderato)

    2 ottobre 2011 at 20:41

    al di la di quello che è successo al via.. ma che moto stanno usando in questo momento? è solo merito della pista? oppure la Ducati ufficiale ha trovato qualcosa a livello di tempi sul giro?
    nel Warmup stamane Vale è andato parecchio forte confrontandolo agli standard delle ultime gare…

    che abbiano imboccato la strada giusta? o semplicemente hanno smesso di fare esperimenti strani sulla moto di questo anno e adesso sono tornati a concentrarsi sui risultati?

    anche guardando le velocità, Stoner a parte, erano praticamente tutti li..

    non è che ci scappa una sorpresina in Malesia?(phillip island non è da contare, Stoner farà paura secondo me) e comunque non dico una vittoria perchè mi pare pressochè infattibile, ma.. non è che un bel podio ci scappa?

    da tifoso di Vale chiaramente ci spero..

  11. MAAXXX (tifoso Ferrari moderato)

    2 ottobre 2011 at 20:51

    Beh, marco, se permetti, in via del tutto teorica con i tempi che ha fatto nel warmup il podio non sembrava una cosa così fuori dal mondo non credi? probabilmente non ce l’avrebbe fatta ma non credo che sarebbe arrivato molto lontano dal farcela

  12. amatoriale

    2 ottobre 2011 at 22:39

    Vale ha dichiarato di aver trovato una maggiore impostazione alla guida anche se non al 100%…di aver una moto con motore semiportante su di un telaio formato da due bretelle in alluminio al posto delclassico traliccio poi sostituito dal carbonio.. questo sarebbe al momento il telaio vero e proprio x la 800 cc

  13. andrea z.

    2 ottobre 2011 at 22:48

    marco ma l’hai seguito il week end ?

  14. marco

    3 ottobre 2011 at 09:08

    MAAXXX,
    con i tempi fatti nel up, ok secondo te era così avanti a pedrosa e il resto?? ho fortissimi dubbi,poi con che configurazione li ha fatti??? ( gomme,potenza full ecc.)

    andrea z,
    ho seguito tutte le fasi nel wk ed anche viste in streamig, non ho visto solo il up.
    non scordiamoci che questa è una pista ducati,e con l’asfalto nuovo molte pecche si risolvono ( maggior trazione ecc.ecc.) nessuno ha visto la partenza anticipata di rossi? sarebbe stato penalizzato come gli altri?

  15. Bebo

    3 ottobre 2011 at 13:19

    Devo dare pienamente ragione a Valentino.
    Era davvero nel posto sbagliato (sulla DUCATI DESMOSEDICI GP 11.12.13.//11..1254) e nel posto sbagliato (gara di MOTO GP).
    Se fosse stato con me sulla Cisa , di sicuro non sarebbe caduto e avrebbe vinto in scioltezza.
    D’altronde il mio Monster S4Rs non ce la fa proprio a stargli dietro……

  16. bcs

    3 ottobre 2011 at 18:00

    @MAAXXX (tifoso Ferrari moderato)
    Usano la stessa identica moto di Aragon( quindi quella con il “telaio” in alluminio, anche se non si può parlare di vero telaio), ma come hai scritto tu, si pensa non siano più alla ricerca di strade estreme (forse perchè il telaio per la gp12 è veramente un deltabox?!?).. Quindi lavorano “solo” nella distribuzione dei pesi e nel setting ottimale…
    Inoltre ti consiglio (come consiglio a molti “esperti”) di guardare alcune foto e video dell anno scorso e quelle di quest anno di Vale…
    La differenza è MOLTO evidente!

  17. Vecchio_Saggio

    3 ottobre 2011 at 19:41

    Non c’è bisogno di guardare le foto, basta guardarlo negli occhi!
    Il suo sguardo non ha il suo solito guizzo, i lampi di sempre, il sorriso degli occhi…tutti gli elementi che lo hanno sempre accompagnato, anche nei momenti in cui si era sfracellato una gamba e una spalla.
    Oggi è solo un professionista che sta cercando di onorare al meglio un contratto, con una serietà rarissima, ma non è Rossi, tanto meno Valentino.
    Oggi i suoi occhi sono “spenti”, guardatelo bene se vi capita.
    Solo grandissimo senso del dovere e basta.
    Non si diverte affatto (e lui ha sempre cosrso per divertimento, mai per “lavoro”), non gli piace, se potesse vorrebbe essere rapito dagli alieni.
    So già che questo attirerà l’acido sarcasmo nelle repliche dei soliti “comici” che si divertono così, però – purtroppo per lo spettacolo vero in MotoGp – è una tristissima realtà.

  18. V.D.S

    3 ottobre 2011 at 19:59

    Quando Melandri faceva queste figure in Ducati tutti lo hanno masacrato,Rossi in primis.
    Oggi Marco si starà facendo delle grasse risate!

  19. misteriusman

    4 ottobre 2011 at 03:24

    Si ma Melandri arrivava ultimo e prendeva 1,8 secondi al giro da Stoner quando gli andava bene!!!!! Rossi tornerà a vincere perchè al momento nel motomondiale ci sono solo tre piloti che sanno fare lo sviluppo di una moto, uno e Valentino l’altro è Dovizioso e il terzo e Capirex, basta guardare la Yamaha da inizio anno a perso progressivamente la competitivita nonostante il ritorno al telaio 2010,vi ricordo che è stata la moto da battere per diversi anni, idem la Honda fino all’arrivo di Dovizioso, adesso con Stoner e Pedrosa vincono tutto le Honda, e la Ducati fino a quando lo sviluppo lo faceva Capirex è cresciuta progressivamente fino a sfiorare il mondiale 2006 e conquistare quello del 2007 poi pian piano a perso la strada fino ad arrivare dove è adesso, nemmeno la velocità di Stoner è bastata a colmare il divario, per cui non credo ci sia bisogno di essere geni per capire il problema.Spero propio che Rossi ritorni presto a vincere perchè non posso più sopportare l’ipocrisia degli anti Rossi che si nascondevano dietro alla Ducati dicendo io tifo per una moto italiana!!!!! solo perchè vinceva con Stoner,e adesso che c’è Rossi in Ducati o tifano per Stoner o addirittura per Lorenzo, il loro motto è chi vince vince basta che non vinca Rossi.

    Un Saluto a Tutti.

  20. angelo

    4 ottobre 2011 at 07:40

    a me é sembrato uno che era al suo primo gran premio, ma dove si voleva infilare???

  21. bibo

    4 ottobre 2011 at 12:43

    secondo me era piu competitivo perche motegi e una pista senza curvoni veloci quindi conta il motore e una buona frenata
    doti che appartengono alla ducati

  22. bcs

    4 ottobre 2011 at 15:34

    @Vecchio_Saggio
    Hai ragione, non c’è bisogno di foto, ma sai che persone ci sono che commentano… Quindi meglio consigliare una visone certa XD…
    La penso esattamente come te… Il problema è che anche per l anno prossimo vedo tante sofferenze…

  23. Vecchio_Saggio

    5 ottobre 2011 at 09:31

    @ bcs:

    lo sto scrivendo da tempo, l’anno prossimo sarà peggio…
    per il semplice fatto che penso che il divario tra la moto Ducati e le jap sarà, bene che vada, lo stesso di oggi o un pelino (ma pelino) meglio, però la delusione sarà ben più cocente perchè nel frattempo le aspettative sono cresciute.

You must be logged in to post a comment Login

Articoli correlati